DRAGO SUPER, OK LIROLA E CASTRO, AFFANNO PEZZELLA

25.01.2020 19:56 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca 2020
DRAGO SUPER, OK LIROLA E CASTRO, AFFANNO PEZZELLA

DRAGOWSKI – Si muove all'ultimo minuto sul rigore di Criscito e fa bene perché respinge il tiro dagli undici metri. Finale in crescendo prima su tocco beffardo di Milenkovic poi con un'ottima parata su Biraschi. Capolavoro in extremis su Pinamonti. Salva il risultato con una prova super, 8

MILENKOVIC – E' sua la prima occasione della partita con un bel colpo di testa respinto dalla traversa, ma il giallo rimediato lo costringerà a saltare la Juventus. Arriva comunque al tiro a inizio ripresa poi nel finale rischia grossissimo deviando addosso a Dragowski. A Torino comunque mancherà, 6,5

PEZZELLA – Al contrario del compagno di reparto comincia malino con il rigore, evidente, e conseguente giallo. Meglio su Sanabria a metà del secondo tempo. Ne risente la gara che gioca in affanno, 5,5

CACERES – Uno dei primi tiri a rete porta la sua firma ma intorno al venticinquesimo regala una punizione a Favilli in posizione rischiosa. Amnesia a parte è più grave il giallo che gli costerà la squalifica con la Juve, 6

LIROLA – Comincia spingendo bene dalla sua parte con qualche cross interessante e sfiorando il colpaccio mancando di poco una palla invitante. Prosegue con una bella azione che porta Chiesa al tiro e apre la ripresa con una bella discesa non concretizzata in area. Chiude con un buon cross per Benassi. Tra i più propositivi anche se spara alto un buon pallone nel finale , 6,5

BENASSI – Partecipa alla manovra senza strafare nei primi 45 minuti, poi sfodera una bella sponda per il tiro di Cutrone a inizio secondo tempo. Si vede meno alla distanza e non è preciso di testa nel recupero, 5,5

PULGAR – Suo il corner sul quale Milenkovic colpisce la traversa dopo poco dall'inizio, poi si fa apprezzare anche in chiusura prima di finire in ombra nel secondo tempo, 5,5

CASTROVILLI – Subito tocchi pregevoli come lo stop e tocco a seguire per Chiesa su un primo dei palloni ricevuti. Mantiene alto lo standard qualitativo in mezzo poi è costretto a uscire per un malore dovuto a giramenti di testa. Uscita pesante, 6,5.

Dal 20'st EYSSERIC – Arriva al tiro, due volte, dopo una ventina di minuti, poi un bel tacco che smarca Chiesa in area di rigore. Buona volontà, 6,5

VENUTI – Schierato a sinistra a sostituire Dalbert fa buona guardia su Ghiglione nel corso del primo tempo. Ammonito a metà ripresa non sfigura, 6

Dal 36'st MAXI OLIVERA – Entra bene, 6

CHIESA – Gioca sul filo del fuorigioco e in un paio di circostanze mette Cutrone nelle condizioni di concludere, quando lo serve Lirola trova invece solo l'esterno della rete. Ci riproverà più tardi senza fortuna. A metà ripresa si libera bene e impegnerà Perin tirando da dentro l'area ma ignorando la buona posizione di Vlahovic, infine è buona l'azione sulla sinistra che porta Lirola al tiro. In forma, 6

CUTRONE – Si muove molto già nei primissimi minuti, poi non arriva su un pallone di Chiesa viziato da fuorigioco. Dopo il diagonale largo al decimo del secondo tempo Iachini lo sostituisce. Più mobile che incisivo, 6

Dal 13'st VLAHOVIC – Entra e si trascina dietro avversari guadagnandosi una buona punizione a ridosso dell'area e qualche corner. Vitalità, 6,5

IACHINI – Conferma le indicazioni del venerdì con la sola eccezione di Cutrone al posto di Vlahovic. L'approccio chiesto ai suoi c'è e l'avvio è buono supportato anche dal rigore parato da Dragowski. Col passare del tempo la squadra perde invece intensità e dopo un'ora di gioco e un tentativo fuori termina il match di Cutrone con l'ingresso di Vlahovic. Dopo il malore di Castrovilli ricorre a Eysseric che ci prova un paio di volte dal limite, poi c'è spazio per Maxi Olivera per Venuti. A salvare il punto finale è soprattutto Dragowski in una serata che si è fatta più complicata dopo l'uscita di Castrovilli e che costa molto in termini di squalifiche in vista di Torino, 6