DALLA BALAUSTRA ALLA CORSA CON MANUEL: DOMENICA DI JOE

13.08.2019 10:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
DALLA BALAUSTRA ALLA CORSA CON MANUEL: DOMENICA DI JOE

L'amichevole contro il Galatasaray ha lasciato sensazioni positive per quanto riguarda il gioco e la crescita dei giovani a disposizione di coach Vincenzo Montella, Sottil su tutti. Ma la partita del Franchi è stata anche e soprattutto un'occasione di festa in vista dell'inizio di una stagione che si prospetta molto particolare per la Fiorentina, all'alba di una nuova era.

Il grande protagonista della sfida comunque il campo lo ha calcato solo qualche minuto prima dell'inizio della partita tenendo per la mano Manuel, bambino che ha vissuto un momento che difficilmente dimenticherà (la cui storia abbiamo raccontato QUI): Joe Barone.

Il braccio destro di Commisso, primo della nuova proprietà a venire allo stadio per Fiorentina-Genoa ancora prima che le trattative fossero concluse, ha vissuto una domenica speciale e si sta guadagnando sempre di più l'amore dei tifosi, conquistati dal modo di fare coinvolgente e attento a rispettare la storia e il blasone della Fiorentina.

Dopo la corsa in campo sotto gli spalti, sia lato Maratona che Tribuna (QUI i video), ha strappato un piccolo sorriso vedere Barone sulla balaustra che fu di Cecchi Gori salutare i tifosi. Certo, non si tratta di Commisso e per questo il gesto assume un valore diverso, ma quantomeno mostra l'atteggiamento propositivo che la nuova società della Fiorentina sta mettendo in atto. La presenza al ricordo di Valter Tanturli e a quello di Artemio Franchi, inoltre, sono sintomi della sensibilità per i personaggi a cui è legata la storia gigliata.

Firenze chiede risposte sul mercato che possano far crescere ancora l'entusiasmo. Ma intanto, con Joe Barone (a cui è stato già dedicato un coro dalla Curva) si è creato il feeling giusto.