DA IGOR A KOUAME: ECCO CHI CERCA CHANCE CON LA RIPRESA

21.05.2020 13:00 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
DA IGOR A KOUAME: ECCO CHI CERCA CHANCE CON LA RIPRESA

La sempre più probabile ripartenza del campionato (tra una settimana esatta verrà definita la data di ripresa) non offrirà soltanto alla Fiorentina l’opportunità di concludere una stagione iniziata male ma in parte svoltata con il cambio di guida tecnica. Sarà anche l’occasione per buona parte della rosa che fino a questo momento ha trovato poco spazio per provare a sovvertire le gerarchie che si erano create da gennaio a marzo per mettere in difficoltà Beppe Iachini, che si ritroverà a disposizione una squadra finalmente al completo, con anche i pieni recuperi degli infortunati Ribery e Kouame. Vediamo dunque, reparto per reparto, quelli che sono i giocatori che con il nuovo start della stagione potrebbero mettere la freccia sui diretti concorrenti, visto che Pezzella e compagni hanno praticamente ricominciato quasi da zero la propria preparazione fisica in questi primi giorni di allenamento al centro sportivo.

DIFESA - È uno in particolare il nome che spera di guadagnare terreno con la ripresa del campionato, ovvero Igor. Il brasiliano (tra i più attivi sui social nel documentare il proprio lavoro casalingo in questi giorni di quarantena forzata) ha destato buone impressioni nelle sue prime uscite in maglia viola e potrebbe dunque non essere sorprendente vederlo pronti-via in campo non appena riprenderà la stagione, complici anche i problemi con il Covid-19 di Pezzella e Caceres che potrebbero costringere i due difensori a sostenere carichi di lavoro inferiori in una prima fase di preparazione. 

CENTROCAMPO - È in particolar modo Benassi il giocatore chiamato in causa per questo reparto: ormai, con l’arrivo di Duncan a gennaio, la linea mediana di partenza per ogni partita sembra essersi consolidata a favore dell’ex Sassuolo, di Castrovilli e di Badelj (alternato però spesso con Pulgar), con il modenese destinato almeno dall'inizio a partire dalle retrovie. Anche per lui tuttavia vale lo stesso concetto espresso per la difesa: con una condizione fisica migliore e una maggiore lucidità sotto porta (Benassi non è certo nuovo al feeling con il gol) le scelte di Iachini potrebbero all’inizio premiarlo.

ATTACCO - Se nel pacchetto offensivo di chi spera in una maglia da titolare inseriamo i già citati Ribery e Kouame (che si sono definitivamente messi alle spalle i loro lunghi infortuni) si capisce bene di che proporzioni sarà l’affollamento in attacco. Assieme al francese e all’ivoriano infatti anche Sottil e Cutrone sperano di scalare posizioni non appena verrà dato il secondo via al campionato. L’esterno, in virtù della sua velocità e alla capacità di entrare in forma subito (il precampionato estivo parla per lui) potrebbe essere un’arma importante da sfruttare fin da subito, stesso discorso per Patrick che, con il fastidio del Covid ormai in archivio, adesso punta a ritrovare confidenza con quello che sa far meglio. Ovvero i gol. Il guanto di sfida a Vlahovic è stato già lanciato.