CAMBIAMENTI EPOCALI

29.03.2020 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
© foto di PhotoViews
CAMBIAMENTI EPOCALI

La Juventus rompe gli indugi e muove il primo passo. Con un comunicatoapparso  nella serata di ieri i bianconeri hanno ufficializzato la sospensione degli stipendi per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno. Un risparmio da quasi 90 milioni di euro per il club, pronto a rinegoziare il tutto nel caso in cui si riuscisse a terminare la stagione tornando in campo. Una mossa che non è destinata a restare isolata, con tutte le società che comincerebbero dal taglio degli stipendi la faticosa risalita economica che già appare all'orizzonte. 

In casa viola la maggior parte delle operazioni di gestione sono rallentate per non dire stoppate. Il presidente Commisso è costantemente in contatto con tutta la famiglia fiorentina ma è chiaro che anche la situazione che riguarda gli Stati Uniti, e in particolare lo stato di New York, rende tutto più complicato. In tal senso la Fiorentina non può far altro che restare alla finestra in attesa di soluzioni pratiche, magari in arrivo nel corso della prossima settimana quando Lega e Federcalcio si misureranno con il Governo sulle misure economiche di sostegno. 

Sullo sfondo anche l'idea di allungare il mercato, altra questione tutta da dirimere al pari delle scadenze contrattuali, un'ulteriore opzione che consentirebbe alle società di programmare una sorta di paracadute per affrontare i prossimi mesi. Di tutte le idee certamente quella più radicale almeno nel cambiare il calcio rispetto a come è sempre stato conosciuto. Cambiamenti epocali, comunque si decida di agire non appena sarà possibile. Con la speranza che da questa emergenza anche il movimento calcistico sappia uscirne migliore.