CALLEJON (QUASI) SEMPRE DAL 1'. MA I NUMERI LO INCHIODANO

20.10.2021 16:30 di Alessio Del Lungo   vedi letture
CALLEJON (QUASI) SEMPRE DAL 1'. MA I NUMERI LO INCHIODANO
FirenzeViola.it
© foto di Image Sport

Nella Fiorentina che è stata sconfitta a Venezia, una delle note più negative si è senz'altro rivelata José Maria Callejon. L'esterno destro spagnolo, rispetto alla scorsa stagione, gode di grandissima considerazione da parte dell'allenatore e anche di minutaggio visto che ha giocato da titolare 7 partite su 8 in Serie A. Tutti si aspettavano che questo fosse il campionato del riscatto per lui dopo un'annata difficile, vissuta ai margini, ma soprattutto con l'attenuante di essere arrivato l'ultimo giorno di mercato da svincolato e quindi con una condizione fisica precaria che non è mai riuscito del tutto a perfezionare. Le premesse erano ottime perché il curriculum del calciatore non ha bisogno di presentazioni e fa di lui un leader riconosciuto dagli altri componenti della squadra all'interno dello spogliatoio.

Il problema però sono le prestazioni e i numeri che lo inchiodano: un solo assist fornito a Venuti in Coppa Italia contro il non irreprensibile Cosenza in ben 543'. I tagli precisi e puntuali dietro l'ultimo difensore avversario sono soltanto un ricordo perché adesso, specie con la palla tra i piedi, non riesce più ad avere lo spunto per saltare l'uomo oppure a trovare il guizzo per inserirsi. Italiano dovrà cercare di recuperarlo perché può essere davvero un valore aggiunto, ma deve sicuramente dimostrarlo con i fatti, essendo più intraprendente, agonisticamente più cattivo e soprattutto più propositivo in avanti. Le qualità del campione ci sono, probabilmente c'è anche un fattore mentale che lo frena, ma non se ne hanno certezze. L'unica è che la Fiorentina ha bisogno di lui per rilanciarsi ed il tecnico viola continua a puntarci.