BLITZ DELLA PROCURA, I VIOLA PROMOSSI A PIENI VOTI: ECCO IL RESOCONTO DAL C. SPORTIVO

17.05.2020 14:00 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
BLITZ DELLA PROCURA, I VIOLA PROMOSSI A PIENI VOTI: ECCO IL RESOCONTO DAL C. SPORTIVO

Complimenti, un’organizzazione davvero impeccabile”. Punto. È stato questo l’unico commento che i due ispettori della Procura federale hanno rivolto alla Fiorentina quando ieri, attorno alle 16, hanno varcato a sorpresa la soglia del centro sportivo “Davide Astori”. Mascherine d’ordinanza sul volto, guanti indosso e occhi attenti in cerca di qualche irregolarità. Che tuttavia i due 007 inviati da Roma non hanno trovato, visto che nell’oretta scarsa della loro visita ai campini si sono limitati ad apprezzare l’ottimo lavoro svolto dalla Fiorentina, che in questa prima settimana ha osservato alla lettera i protocolli per gli allenamenti individuali stilati dal CTS.

Ad accogliere gli emissari della FIGC anche il tecnico Beppe Iachini (che non si era cambiato per seguire l’allenamento della sua squadra del pomeriggio), sorpreso fino a un certo punto della visita dei due ispettori, visto che il caso della Lazio di qualche giorno fa (“pizzicata” nel far svolgere partitelle di tre contro tre ai suoi tesserati) aveva risvegliato l’attenzione sul rispetto delle regole in vista della ripresa del campionato. Il club viola ha assecondato tutte le richieste degli uomini della Federazione, che hanno esaminato in particolare i metodi di lavoro della prima squadra (come cioè era stato frazionato il campo per le sedute individuali) e come erano stati organizzati gli spazi dentro il centro sportivo, rimanendo soddisfatti da come la Fiorentina avesse scelto di tenere chiuse tutte quelle le aree non utili alla ripresa degli allenamenti.

Tra le cose che in particolare sono state apprezzate c’è stata la scelta da parte del club di far arrivare i propri calciatori con abiti sportivi portati da casa, senza materiale tecnico ufficiale viola (aspetto questo poco apprezzato sui social dai tifosi). Questo per non sfruttare la lavanderia (uno dei locali rimasto chiuso) e ridurre al minimo il rischio del contagio. Zero irregolarità, dunque, al termine del mini tour e Fiorentina promossa a pieni voti. Da rimarcare (in modo positivo) c’è anche il profilo basso con cui la società di viale Fanti ha scelto di non pubblicizzare il blitz della Procura federale, che nella giornata di ieri ha fatto visita anche a Lazio e Napoli. Che invece - oltre a mostrarsi infastiditi - hanno fatto sfoggio di come anche nei loro riguardi non siano state segnalate anomalie. Lo stile, del resto, si vede anche da queste piccole cose.