BIANCO, FAVASULI E NON SOLO: I GIOVANI ALLA RISCOSSA

05.08.2022 00:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    vedi letture
Fonte: Dall'inviato a Salisburgo - Austria
BIANCO, FAVASULI E NON SOLO: I GIOVANI ALLA RISCOSSA
FirenzeViola.it
© foto di Giacomo Morini

Chi è stato un po' nascosto dai riflettori del ritiro in Austria ma ha sempre lavorato al massimo è chi costituisce il futuro della Fiorentina. Tralasciando Sottil che merita un capitolo a parte perché già da anni al centro del progetto, Bianco e Favasuli su tutti, ma anche Cerofolini, sono il nuovo che avanza, il possibile zoccolo duro della Fiorentina che verrà.

Giocatori che, essendo cresciuti e venendo dal vivaio, costituiscono un bacino da cui attingere anche per quanto riguarda le liste che la società viola dovrà consegnare a Uefa e Lega. Perché - ricordiamolo -  la Fiorentina dovrà calcolare 25 giocatori da inserire nelle liste, di cui solo 17 potranno non essere cresciuti "a livello locale", quindi o tesserati per almeno 3 anni con il club viola dai 15 ai 21 anni (qui non ci sono limiti), oppure cresciuti nella federazione (come ad esempio Castrovilli, per fare un esempio) che però a loro volta non potranno essere più di 4.

Facendo un rapido recap dunque, tra i giocatori attualmente in rosa nel settore giovanile della Fiorentina sono cresciuti Venuti, Sottil, Bianco, Favasuli e infine Cerofolini, il cui discorso però è più complicato perché nelle gerarchie di Italiano è il quarto portiere.

Bianco e Favasuli però si sono distinti per allenamenti sempre al massimo e anche per aver sfruttato al meglio le chances che gli ha concesso Italiano in amichevole. Il terzino - nato a Marina di Gioiosa peraltro -  ha giocato a Moena uno spezzone con Sanvitese e Trento, ben impressionando soprattutto Italiano che ha deciso di prenderlo sotto la propria ala. Sono stati molti gli allenamenti individuali con il classe 2004 prima a Innsbruck, poi a Salisburgo: segno che il tecnico viola ha visto qualcosa nel ragazzo. Se poi farà parte o meno della stagione è ancora da vedere, ma intanto per il futuro si è guadagnato uno spazio.

Per quanto riguarda Bianco invece è probabile un ruolo da riserva nella Fiorentina che si prepara ad una stagione logorante. Con il Qatar è piaciuto non solo per la prestazione, ma anche perché all'occorrenza è riuscito a ricoprire il ruolo di Torreira l'anno scorso contro squadre molto chiuse: regista con facoltà di stare accanto alle punte. I discorsi sul rinnovo sono già impostati e nei prossimi giorni ci potrebbero essere nuovi sviluppi, intanto lui cresce nelle gerarchie e anche nelle qualità da offrire alla squadra.

Infine Cerofolini, che per ragioni di lista potrebbe anche tornare utile non fosse che la Fiorentina in questo momento preferisce puntare su Rosati dopo il rinnovo per un altro anno. Per l'estremo difensore classe '99 probabile una cessione in prestito, anche se nel ritiro si è distinto con ottime parate e un'affidabilità che - almeno in allenamento - è sempre maggiore.