AL BIVIO

25.05.2014 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    vedi letture
AL BIVIO
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

S'impone il silenzio. Quello elettorale, dettato dalle Elezioni Europee e Amministrative che decideranno anche il nuovo sindaco di Firenze. Questione vitale, per centinaia di motivi, inclusi i futuri riferimenti al mondo viola. Perchè al di là della prossima stagione, della prossima campagna acquisti e di come andrà a finire la vicenda Cuadrado, lo spartiacque del futuro viola resta l'ipotesi di uno stadio nuovo ad oggi sempre rimasta tale.

Le recenti aperture che avevano visto conivolti in particolare Diego Della Valle e l'attuale Presidente del Consiglio Matteo Renzi avevano restituito il sorriso ai più ottimisti, facendo finalmente filtrare la giusta sinergia per realizzazione di un nuovo impianto. A distanza di qualche mese dall'ennesima fuga di notizie, tuttavia, sul fronte stadio resiste una nebbia di incertezze.. Una nebbia, per inciso, che potrebbe diradarsi di fronte alla nuova figura che s'insedierà in Palazzo Vecchio. 

Recentemente il presidente operativo Mario Cognigni sull'argomento ha espresso moderato ottimismo. Facendo intendere che l'interregno fiorentino senza un sindaco sia destinato a terminare. Una giornata certamente importante, quella che Firenze si appresta a vivere, e che ai più attenti porterà alla mente anche la vicenda, annosa, di un nuovo stadio. Gli sviluppi, e le vittorie, delle prossime 24/48 ore avranno anche future ripercussioni sui confronti e sugli accordi che, un giorno, potrebbero regalare ai tifosi viola un nuovo stadio, e soprattutto nuove speranze di crescita a livello economico-finanziario alla stessa società.