FIONA MAY, Viola, il problema è mentale. Io e Larissa...

07.08.2020 12:45 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: TMW
FIONA MAY, Viola, il problema è mentale. Io e Larissa...
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

L'ex atleta Fiona May ha parlato a TMW a lungo della Fiorentina, squadra di cui è tifosa: "È sempre un incubo ultimamente. All'inizio quest'anno andava benino, poi la stagione è peggiorata ed è anche arrivato il Covid. Non mi convince: non so cosa c'è dentro lo spogliatoio, ma vedendoli giocare mi è parso che gli mancasse qualcosa. Non abbiamo finito in bellezza, ma ora tutti si riposeranno e via: la prossima stagione devono giocare come la Fiorentina merita. Con mia figlia Larissa ne parliamo spesso e non riusciamo a capire il perché".

La conferma di Iachini?
"Sinceramente non me l'aspettavo. Io spero che lui sappia quello che deve fare soprattutto per far rendere al meglio i ragazzi che sono sottovalutati: la squadra deve fiorire. Non vedo l'ora di vedere la Fiorentina forte".

La squadra?
"Posso dare il mio parere da atleta. L'allenatore deve dare la spinta giusta per togliere la paura ai calciatori. È un problema mentale, non fisico".

Il futuro di Chiesa?
"Non lo so, solo lui lo sa. Deve cercare dentro di sé cosa vuole fare. Punti un obiettivo e poi lo segua con convinzione".

Un parere su Ribery?
"Alla sua età c'ha proprio coraggio… Io a 40 anni ho smesso già da mo' (ride, ndr). Non posso essere contraria alla sua stagione, perché è un campione ed è stato sfortunato con l'infortunio nel momento sbagliato. Ma noi non possiamo dipendere da un solo giocatore. In più mi piacerebbe investire più sui giovani: è l'unico modo per spingere e crescere".