DIRITTI TV, Prima Inter, poi la Juve. Viola 7^: le cifre

27.06.2022 16:26 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: gazzetta.it
DIRITTI TV, Prima Inter, poi la Juve. Viola 7^: le cifre
FirenzeViola.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Inter, Juventus, Milan e Napoli sono le squadre che, in questo ordine, hanno incassato di più dalle TV. Il meccanismo di suddivisione è regolamentato dalla Legge Melandri del 2008, riformata poi nel 2018 dal ministro dello Sport Lotti: 50% in parti uguali; 30% in funzione dei risultati sportivi, di cui il 15% in base alla classifica (12%) e ai punti (3%) dell’ultimo campionato, il 10% in base ai risultati degli ultimi 5 campionati e il restante 5% secondo i risultati storici a partire dalla stagione 1946-47; 20% in proporzione al cosiddetto "radicamento sociale", rappresentato per il 12% dagli spettatori paganti dal vivo certificati Siae e per l’8% dall’audience televisiva dei licenziatari delle dirette Dazn e Sky.

I numeri forniti da Sport&Business dicono che è stata l'Inter ad accaparrarsi la fetta più grande dei 939 milioni guadagnati dalla Lega: 84,2 milioni di euro contro i 77,9 della Juventus e i 77,8 del Milan. I motivi sono riconducibili alle maggiori presenze a San Siro (+4 milioni dal radicamento sociale) e alle migliori performance negli ultimi 5 anni). Il Diavolo ha ottenuto 20 milioni, 3 in più dei nerazzurri, grazie al piazzamento in classifica, mentre per quanto riguarda l'audience è stata la Juventus a prevalere con 12 milioni contro i 10 dell'Inter e gli 8 del Milan.

Dopo le tre big c'è uno stacco di 10 milioni di euro e a 68,5 milioni c'è il Napoli, seguito da Roma (64,1), Lazio (58,9), Fiorentina (51,2), Atalanta (48,8) e Torino (43,5). Le altre società sono raccolte in un fazzoletto: da gli oltre 38 milioni di Sampdoria e Bologna ai 26 del Venezia. Tutti i club hanno comunque risentito della vendita al ribasso in questa stagione: la media è di 10 milioni di euro persi a testa, con l'Atalanta che ne ha persi addirittura 18 rispetto al 2020-2021. Stabile il rapporto tra la prima e l’ultima: 3,2 a 1, con l’Inter a percepire il triplo del Venezia. Nel 2017-18, ultima stagione prima della riforma della Melandri, il rapporto era di 4,4 a 1. Rimangono lontani, però, i modelli "democratici" della Premier (1,6 a 1) e della Bundesliga (2,4 a 1).