BOCCI, Con la Lazio l'unico ingenuo è stato l'arbitro

01.07.2020 16:30 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Radio Bruno Toscana
BOCCI, Con la Lazio l'unico ingenuo è stato l'arbitro

Alessandro Bocci, giornalista del Corriere della Sera, ha commentato i temi più attuali in casa gigliata: "Quando affiora la stanchezza e i ritmi calano,  spiccano le doti dei campioni. Ribery all'Olimpico ha dato una lezione di dedizione. E non capisco ancora come si possa aver valutato quale dubbio un rigore come quello: l'unico ingenuo è stato l'arbitro, assieme all'addetto Var, non Dragowski. Fa ridere sentir parlare di "chiaro errore". Se c'è un errore si corregge. Il Var è usato male. Non credo alla malafede, quanto più alla scarsa personalità di Fabbri. Var a chiamata? Non se ne dovrebbe necessitare, l'arbitro è una figura terza. E non mi spiego a questo punto perché in certe situazioni di dubbio il direttore di gara non si avvalga della tecnologia per verificare la propria decisione".