BARONE, Su Italiano mai dubbi. Liquidità mercato...

22.06.2022 18:19 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: Radio Bruno
BARONE, Su Italiano mai dubbi. Liquidità mercato...
FirenzeViola.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il direttore generale della Fiorentina Joe Barone ha risposto così della questione legata ad una possibile cessione della Fiorentina: "Se posso permettermi darò ora un messaggio importante. E' evidente che ci siano delle persone che non ci vogliono bene. Si vede anche nei momenti di gioia come oggi. Lo ripeto nuovamente: la Fiorentina non è in vendita. Voglio anche precisare che Rocco Commisso ha sempre avuto una strategia ben precisa: come non ha mai cambiato la moglie e non ha messo mai in vendita la Mediacom, anche la Fiorentina non è in vendita. Noi siamo qua per lavorare per la città e per la tifoseria, e si vede dagli investimenti che abbiamo fatto. La società, che noi oggi gestiamo, è un orgoglio, è senza debiti. Io chiedo ai tifosi di starci accanto, perché queste notizie, specie nei momenti di gioia come oggi, non fanno bene".

Sulla "voglia" di continuare di Commisso: "Come tutti sappiamo, la Mediacom mette ogni anno 25 milioni di sponsor. E questo già è un messaggio, in più ci sono da coprire tutte le perdite che ci sono alla Fiorentina e nel calcio italiano. Non è che noi andiamo a creare una società calcistica moderna e poi andiamo via. Non siamo noi. Rocco ed io non siamo quelle persone. Poi non a tutti può piacere la scelta su un giocatore o su una tattica, però oggi siamo in Europa, abbiamo un centro sportivo che a fine anno sarà aperto. Sono messaggi super positivi. Possiamo accettare degli attacchi di leoni, come minacce di morte ai nostri familiari? La gente che va allo stadio, che prende il biglietto, anche con la pioggia, quella è la realtà della Fiorentina. Tutte queste notizie sono false. Qui si lavora per il bene della Fiorentina, io sono responsabile di tutto questo, ci metto la faccia e si va avanti".

Sul presidente: "Rocco ha passato un periodo delicato. Adesso sta bene, a un certo punto tornerà in città per godersi la Fiorentina, di cui siamo tutti innamorati e per la quale lavoriamo. Però non possono esserci questi attacchi. Poi voglio precisare: non c'è mai stato un dubbio sull'allenatore".

Sul mercato: "Il mercato oggi ufficialmente è chiuso, aprirà il 1 luglio. Sarà un mercato complicato, senza liquidità al momento. Poi noi siamo sempre preparati su quella che è la richiesta del mister sul lato sportivo. Qua ci sono tante riunioni su diversi giocatori, abbiamo una grossa area scouting che va in giro per il mondo, ed è tutto condiviso con mister Italiano".