ANCORA PRANDELLI, Ottimisti su Ribery: oggi...

27.02.2021 10:52 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
ANCORA PRANDELLI, Ottimisti su Ribery: oggi...
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Il tecnico viola, Cesare Prandelli, dopo la consueta conferenza stampa ha risposto alle curiosità dei tifosi attraverso una diretta Instagram sul profilo ufficiale del club: "Oggi è il compleanno di Enrico Fantini, gli faccio tanti auguri, è stato sempre un ragazzo molto generoso e gli auguro tante buone cose".

Cosa preoccupa più dell'Udinese?
"Tatticamente, la compatezza, l'equilibrio, la fisicità. Dal punto di vista tecnico, De Paul, che dribbla, propone gioco e mette in difficoltà".

Udine è anche la trasferta del capitano Astori.
"Ci ricordiamo tutti quei momenti, i ragazzi hanno una gran sensibilità quando si parla di Davide. Dovremo essere bravi a trasformare questa emotività in qualcosa di positivo".

Come sta Franck Ribery?
"Negli ultimi giorni è tornato in gruppo e la risposta è stata molto positiva. Vediamo alla rifinitura ma le sensazioni sono buone".

Da Udine a Udine: Montiel avrà un'opportunità?
"Dico sempre al ragazzo che ha una gran considerazione perché tutti intravedono in lui grandi potenzialità. Sta facendo un programma di miglioramento fisico, sta andando bene, gli ripeto sempre di non perdere l'entusiasmo. Lo riproporrò quando lo riterrò opportuno, perché non voglio bruciare nessuno. Dovrebbe essere orgoglioso di quel che sta facendo".

Vedremo titolare Kokorin?
"E' migliorato molto fisicamente, abbiamo risolto i problemi muscolari, si sta integrando bene. Non so dire quanti minuti può giocare ma l'importante è che abbia recuperato quello svantaggio rispetto agli altri".

Come stanno Bonaventura e Kouame?
"Jack sta recuperando abbastanza bene, è un problema da non sottovalutare, lo stesso Kouame. Confido molto nel nostro staff sanitario, spero che i giocatori possano recuperare anche prima del previsto".

Sono interscambiabili Milenkovic e Pezzella in difesa?
"Si può far tutto nel calcio, però quando sposti dei giocatori anche di pochi metri la visione cambia. Stanno facendo bene nella loro posizione, è inutile pensare a qualcos'altro".

A un anno dall'inizio della pandemia, quanto pesa l'assenza dei tifosi?
"E' la parte più importante, senza emozioni il calcio non ha futuro. In questo momento il primo pensiero della gente non è il calcio, diventa complicato associare il fatto di vivere una vita di sofferenza, cosa che a molti sta accadendo, a noi che siamo dei privilegiati e cerchiamo di fare molto meglio. Ci mancano i tifosi"

Oggi la Fiorentina Femminile affronterà la trasferta contro la Florentia.
"Facciamo loro un grande in bocca al lupo!".