SCONCERTI A FV, STUFO DELLE MEZZE SQUADRE, FINIAMOLA PRESTO POI SOLO GIOCATORI TOP

30.06.2020 19:00 di Luciana Magistrato   Vedi letture
SCONCERTI A FV, STUFO DELLE MEZZE SQUADRE, FINIAMOLA PRESTO POI SOLO GIOCATORI TOP

"Con il Sassuolo sarà una gara difficile perché gioca meglio di noi che in casa non sappiamo costruire. Loro tra l'altro hanno 5 o 6 buoni giocatori, da Locatelli a Boga passando per Traorè e Berardi". La previsione, in esclusiva a Firenzeviola.it, è del giornalista ed ex dirigente viola Mario Sconcerti, che poi fa un passo indietro alla partita con la Lazio: "Al netto degli episodi contestati, ho visto bene la Fiorentina solo mezz'ora poi dopo il gol non è andata più avanti. Se ha coinciso con il calo di Ribery? Non credo, è che devi saper portare avanti la palla e la Fiorentina è mediocre da quel punto di vista. Era inferiore a centrocampo, con Badelj e Ghezzal e, a parte il secondo gol sbagliato, non ha portato avanti il pallone, non sa farlo".

Secondo lei anche la salvezza è a rischio? "No, perché ci sono squadre messe peggio di noi perciò spero nella salvezza anche se non credo proprio esclusivamente per meriti nostri".

Chi o cosa non la convince in questa Fiorentina?  "Ma questa è la Fiorentina degli ultimi anni, costruita male, senza pensarci. C'è qualche giocatore buono, ok, ma tutte le squadre ce l'hanno. Ora ci stanno mancando anche Castrovilli, Duncan e Cutrone, sul quale non si è mai puntato fino in fondo a dire il vero, avendo avuto poco spazio. Per me mancano 5 o 6 giocatori buoni e non è colpa di Iachini se ha questa squadra".

Colpa di chi ha costruito la squadra, dunque? "Beh questa è la prima squadra di Commisso, le colpe sono certo anche di Pradè che ha fatto una squadra con giocatori vecchi o troppo giovani, che non erano ancora pronti. Si è fatta la squadra tenendo Sottil, Ranieri, Venuti... Non hai giocatori che fanno la differenza, tolto Ribery che però non ha giocato molto. Se non scegli giocatori di un certo tipo sei condannato a lottare per salvarti".

Iachini lo terrebbe? "No, non parlo di prenderne uno migliore ma semplicemente lo cambierei con un profilo diverso e cambierei soprattutto squadra. A Firenze si tende a parlare sempre di altro, dei Della Valle, di Corvino, della cessione di Chiesa, dello stadio ma non si guarda mai alla realtà. E la realtà è che io sono stufo di queste mezze squadre. Servono giocatori che portino esperienza, qualità, abitudine a vincere. E un allenatore che abbia un'idea di gioco. A me piacerebbero Spalletti o Allegri ma anche Juric che quest'idea di gioco se non altro ce l'ha".