OLIVEIRA A RFV: "SERVE UN GOLEADOR. IO PROPOSI UN RAGAZZINO ALLA FIORENTINA"

28.09.2022 16:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
OLIVEIRA A RFV: "SERVE UN GOLEADOR. IO PROPOSI UN RAGAZZINO ALLA FIORENTINA"
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Luis Oliveira, ex attaccante della Fiorentina, è intervenuto a Radio FirenzeViola per parlare dell'aria che tira nel capoluogo toscano: "Firenze è una piazza sì bella ma anche molto difficile. Io a Commisso darei un voto importante, visto che dopo due anni ha riportato la Fiorentina in Europa. Adesso deve dare continuità a certi obiettivi, è difficile disputare tre campionati ma credo che la Viola ne abbia le possibilità".

Che idea si è fatto degli attaccanti viola?
"Quando fai gol le cose vanno a meraviglia, il problema è quando gli attaccanti non gonfiano la rete. Credo che gli attaccanti viola non siano in forma. Serve una punta più di peso. Cabral e Jovic sono due giocatori di movimento, importanti, ma non prime punte".

Quello dell'adattamento al campionato è un alibi?
"Io ho avuto difficoltà il primo anno al Cagliari dopo essere stato in Belgio. Poi andati a Firenze per sostituire Baiano, per me non è stato assolutamente facile e ho creduto che la cosa più importante fosse entrare subito in sintonia con il gruppo. E' vero che quello italiano è un campionato difficile... Però dopo un anno bisogna cominciare a dimostrare i propri valori".

Lei ce lo vedrebbe Batistuta a fare il dirigente a Firenze?
"Per me è stato un giocatore importante non solo per la Fiorentina e credo che la possibilità di ricoprire un ruolo diverso possa essere una grande possibilità. Non per fare il lecchino di Bati, ma vedere una figura così importante nello spogliatoio può fare la differenza".

L'hanno mai chiamata ad allenare?
"Mai. Quando sei un calciatore hai la possibilità di fare quello che vuoi una volta che ti sei ritirato. Però se inizi a fare il dirigente no. E non so per quale motivo".

Le piacerebbe fare scouting in giro per il mondo?
"Io in realtà ho già qualche giocatore importante, ad esempio un attaccante di 18 anni di un metro e novanta, molto tecnico e veloce, di cui ho parlato con la Fiorentina tra l'altro... Ma mi hanno detto che toglie spazio a un attaccante".