MANEA A FV, ALLENATORE? VIOLA, PRENDI MUTU. HAGI NON ERA PRONTO, MUNTEANU...

15.04.2021 19:30 di Giulio Falciai   Vedi letture
MANEA A FV, ALLENATORE? VIOLA, PRENDI MUTU. HAGI NON ERA PRONTO, MUNTEANU...

La Fiorentina nel recente passato ha spesso avuto giocatori rumeni. Da Marius Lăcătuș a Adrian Mutu, passando per i portieri Bogdan Lobont e Ciprian Tatarusanu, senza dimenticarsi del figlio d'arte Ianis Hagi. L'ultimo in ordine di tempo è Louis Munteanu. L'attaccante viola, infatti, è uno dei migliori della Primavera di mister Aquilani ed è già a quota 8 gol quest'anno. Per parlare del classe 2002 ma non solo, la redazione di FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, il procuratore ed esperto di calcio rumeno: Florin Manea.

Che ne pensa di Munteanu?
"Lo conosco molto bene. Lo considero un attaccante tanto bravo e a me è sempre piaciuto. La sua carriera dipenderà molto da lui e dalla sua testa. Ha tutte le qualità per poter far bene nel calcio italiano".

Come le sembra Mutu come allenatore?
"Mi sembra davvero un bravo tecnico. Ha tanta esperienza personale come calciatore. Non dimentichiamoci che è stato un giocatore di grandissimo livello. Anche se non è riuscito a qualificarsi per gli Europei non ha perso contro nessuno. Secondo me può diventare un allenatore molto forte".

Lo vedrebbe bene sulla panchina della Fiorentina?
"Certo che sì. Ha fatto la storia a Firenze. Io lo conosco personalmente, siamo amici, e so quanto ama la città e i tifosi. Mi disse che rifiutò la Roma per amore della Viola".

Perché Hagi non è riuscito ad esplodere a Firenze?
"Secondo me era troppo giovane e non aveva la giusta forza fisica per quei livelli. Lui voleva giocare ma era difficile in quel momento e per questo ha deciso di andarsene alla ricerca di più spazio". 

Il suo assistito Dragusin sta facendo molto bene. Ci sono novità sul suo futuro?
"Sì sta vivendo un ottimo momento. Abbiamo rinnovato da poco con la Juventus e secondo me può diventare uno dei più forti al mondo. Lui ha la qualità e l'umiltà giusta. Da quando è a Torino ha messo su sei chili di muscoli".