LIPPI A FV, RIBERY? I CAMPIONI NON HANNO ETÀ. LIROLA CI FARÀ DIVERTIRE. CACERES...

08.10.2019 19:30 di Giulio Falciai   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
LIPPI A FV, RIBERY? I CAMPIONI NON HANNO ETÀ. LIROLA CI FARÀ DIVERTIRE. CACERES...

L'ottimo lavoro estivo del procuratore e intermediario di mercato, Davide Lippi, sta avendo i suoi frutti. Ribery, nonostante qualche piccolo dubbio iniziale riguardante l'età, sta collezionando prestazioni super riuscendo a diventare fin da subito l'idolo dei tifosi vola. Lo stesso Caceres, arrivato accompagnato da un po' di scetticismo dei tifosi e degli addetti ai lavori riguardo alla sua tenuta fisica, sta dimostrando ottime qualità difensive e tanta esperienza. Anche Lirola, forse ancora un po' indietro rispetto agli altri due, sta mostrando sempre di più di avere grandi margini di miglioramento. Per analizzare l'inizio di stagione di questi tre giocatori la redazione di FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, il procuratore e intermediario di mercato: Davide Lippi.

Lei se lo aspettava un Ribery in queste condizioni?
"Io non mi stupisco assolutamente. Franck è un campione e c'è poco da ragionare. Finché avrà la voglia di dimostrare chi è allora sarà per sempre un campione. I campioni non hanno età. Se il francese sta bene di testa e fisicamente sfido chiunque a dire che non è un fuoriclasse. Non mi meraviglio affatto del suo rendimento. Fin da prima di firmare per la Fiorentina aveva una voglia e una smania di fare cose importanti. Bisogna fare i complimenti alla società viola perché ha creduto fortemente in lui". 

Un altro giocatore che sta stupendo sempre di più è Caceres.
"Per lui vale lo stesso discorso di Ribery. Martin e Franck sono due giocatori che negli ultimi 12 anni hanno giocato in club fortissimi come Bayern Monaco, Barcellona e Juventus. Non dimentichiamoci che i bianconeri decisero di ripuntare su di lui per la propria difesa dopo la Lazio e alla Juve non sono di certo degli sprovveduti. Un giocatore non gioca così tanto in squadre di livello mondiale se non è un campione. Lui è arrivato il 25 agosto a Firenze e il 26 era già in campo ad allenarsi e questo dice tutto. Non si possono discutere le sue qualità. Sia lui che Ribery sono due calciatori di spessore che danno sempre qualcosa in più alla squadra".

Il vero Lirola forse ancora non lo abbiamo visto...
"Pol è un ragazzo ancora molto giovane. Si vede che ha meno esperienza rispetto a Martin e Franck ma non mi preoccupo perché ci sarà da divertirsi con lui. Ha avuto qualche difficoltà, è il suo primo anno in maglia viola e poi lui ha sempre giocato con una difesa a quattro quindi deve un po' abituarsi. Lo spagnolo ha fatto delle buone prestazioni ma può dare ancora tanto e può solo migliorare quindi aspettiamolo".