GUERINI A FV: "BELOTTI HA GIÀ DATO IL MASSIMO, AMRABAT HA DELUSO. OBIETTIVO E. LEAGUE"

10.06.2022 16:30 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: di Ludovico Mauro
GUERINI A FV: "BELOTTI HA GIÀ DATO IL MASSIMO, AMRABAT HA DELUSO. OBIETTIVO E. LEAGUE"
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

"In Conference la Fiorentina può andare parecchio avanti. Invece in campionato io direi che può lottare per le prime 5-6 posizioni. Non voglio esagerare dicendo per le prime 4, ma per l'Europa League si. Io ci credo e penso debba essere l'obiettivo". Parole di Vincenzo Guerini, ex club manager della Fiorentina, intervistato in esclusiva da FirenzeViola.it per cercare di fare il quadro della situazione in casa viola verso la prossima stagione. L'ex dirigente nel suo trascorso a Firenze ha conosciuto importanti palcoscenici europei, e dunque abbiamo cercato di analizzare quali possono essere le giuste mosse di mercato per allestire una rosa pronta ad essere competitiva su più fronti, soprattutto quello europeo. Queste le sue dichiarazioni:

Pensa sia meglio trattenere Odriozola oppure puntare su altri nomi?
"Per me bisognerebbe tenerlo: ha fatto bene quest'anno e l'allenatore lo conosce bene. Al giorno d'oggi sembra che si debba cambiare per forza, ma se uno ha fatto bene è meglio continuare con lui".

Nelle ultime ore è salito alla ribalta il nome di Grillitsch. Può sostituire Torreira?
"Non lo so. Sicuramente Torreira ha fatto bene. Io da tifoso mi auguro ci sia ancora margine di ripensamento. Anche perché sostituirlo, nonostante non sia un fenomeno, non è facile. Il suo è un ruolo strategico e difficile, e di registi se ne vede sempre di meno".

Allora può essere il compito di Amrabat?
"Io sono rimasto un po' deluso da lui. Quando è stato acquistato ero molto contento, a Verona era un centrale di centrocampo anche bravo nell'interdizione, ma mi ha deluso. Però penso che comunque meriti un'altra chance".

Cosa farebbe in quanto alla punta? Cosa ne pensa di Belotti?
"La punta è il sogno di tutti. È una scelta che non si può sbagliare. Se si mira a certi obiettivi serve una punta da 20 gol. Ma Belotti penso abbia già dato il massimo, mentre a Cabral gli va dato tempo di ambientarsi. Non saprei cosa consigliare: se indovini la punta puoi centrare l'annata, altrimenti sarà difficile".

Secondo lei qual è il reparto da rafforzare di più?
"Io penso che si debba in generale fare dei ritocchi. L'allenatore saprà di cosa ha bisogno, la posizione di Italiano è l'ideale. Sono sicuro che avrà già dato degli input alla società. Io ho piena fiducia sia nella società che nell'allenatore".

Come giudica i primi 3 anni dell'Era Commisso?
"Io ragiono col cuore e sono nel complesso soddisfatto, soprattutto per la crisi che c'è in giro, si vedono diversi società con problemi economici. Io sono felice di tifare per una società a posto con i conti e che mi fa stare tranquillo. Poi è chiaro che si può fare meglio, ma tirare fuori i soldi per non vincere niente non serve, quindi sono sicuro che lavoreranno bene per l'anno prossimo, aggiungendo un mattoncino alla volta".