FLACHI A FV, COMMISSO HA RIBALTATO TUTTO. IL BRESCIA...

19.10.2019 20:00 di Niccolò Santi Twitter:    Vedi letture
FLACHI A FV, COMMISSO HA RIBALTATO TUTTO. IL BRESCIA...

La Fiorentina prosegue il proprio lavoro in vista dell'impegno di campionato contro il Brescia. L'ex attaccante viola e biancazzurro Francesco Flachi è intervenuto in esclusiva a FirenzeViola.it per analizzare il match di lunedì, e non solo.

Flachi, che idea si è fatto in merito all'inizio di stagione della Fiorentina?
"Sicuramente i viola sono partiti col freno a mano a causa di una campagna acquisti un po' in ritardo, e per lavorare come si deve serve tempo. Ma, a parte la gara di Genova, la Fiorentina ha fatto sempre bene, ed è stato molto bravo Montella a trovare il modulo che tirasse fuori l'identità di questa squadra".

La partita di Brescia, piazza che lei conosce, presenta diverse insidie. Quali sono le sue sensazioni?
"I gigliati sono più forti sulla carta, anche se certe sfide non sono mai facili. Sta tutto ai viola, poi prendendo il via è anche più facile giocare perché sopraggiunge l'entusiasmo. A Brescia sarà complicato perché si parla di una neopromossa che non ha niente da perdere ed è sostenuta da un pubblico che è una bolgia, ma la Fiorentina con la giusta concentrazione potrà portare a casa il risultato".

Tra gli avversari ci sarà Balotelli: il club di Commisso avrebbe fatto bene a puntare su di lui?
"Io in estate l'ho sponsorizzato perché a me piace molto e penso possa essere motivato dal fatto che a fine stagione ci sarà l'Europeo, quindi darà qualcosa in più. Magari in una realtà più piccola come Brescia, dove le occasioni da gol sono meno frequenti, Balotelli cercherà di sfruttare ogni opportunità per far vedere chi è".

La nuova proprietà sta dimostrando di voler rinnovare tutto, prima con il centro sportivo e ora con lo stadio. 
"Hanno ribaltato Firenze, dimostrando che volere è potere. Mettendoci la passione si può fare tutto. Sono persone ciniche, scaltre: quello che vogliono, fanno. Ora pare che lo stadio sarà alla Mercafir, dunque in città, ma a prescindere dalla collocazione l'impianto nuovo è importante perché dà lavoro, risalto, e porta ricavi per migliorare la squadra".