DAMIANI A FV, NO A PROROGA DEL MERCATO. SUGLI AGENTI TANTA DEMAGOGIA. ORA COMMISSO...

04.04.2020 15:00 di Niccolò Santi Twitter:    Vedi letture
© foto di Emiliano Crespi
DAMIANI A FV, NO A PROROGA DEL MERCATO. SUGLI AGENTI TANTA DEMAGOGIA. ORA COMMISSO...

"Personalmente allungare il calciomercato fino a dicembre mi sembra troppo". A dirlo in esclusiva a FirenzeViola.it è il procuratore ed esperto di mercato Oscar Damiani, che spiega: "Porterebbe tante implicazioni psicologiche ai giocatori, sul fatto di restare o meno in una squadra".

Ma, giocando a luglio e procedendo regolarmente con la sessione estiva, accadrebbe lo stesso...
"Beh, penso che i trasferimenti non si farebbero necessariamente durante il campionato. Prima ci sarebbero le trattative e, dopo, i trasferimenti. Che poi, diciamoci la verità, si fa sempre tutto all'ultimo: per tre mesi sono chiacchiere, gli affari vengono fatti gli ultimi quindici giorni".

Dicono che, alla fine della fiera, prorogare il mercato significherebbe solo arricchire i procuratori.
"E' sempre la stessa storia, si tratta di inutile demagogia. Gli agenti svolgono il loro lavoro, nessuno gli impone le commissioni. Se vengono pagati è perché fanno quello che il loro mestiere gli richiede. Detto questo, per quanto riguarda me e anche la categoria, siamo ben lieti di non dilatare la sessione estiva".

Quanto alle ultime decisioni sulla riapertura di campionati e coppe, qual è la sua posizione?
"Premettendo che la salute deve essere in primo piano, penso sia giusto andare oltre il mese di giugno, anche perché obbligatorio. Tanto, in una situazione di emergenza, sono sicuro che riguardo ai vari contratti possa essere trovata un'intesa tra le parti".

In generale, il calciomercato come può cambiare?
"E' molto difficile esprimere adesso un giudizio in merito a questo, ma credo che i giocatori importanti rimarranno tali. Poi magari le valutazioni cambieranno, però in ogni caso chi vuole rinforzarsi dovrà investire, come sempre...".

Ma, ad esempio, il prezzo del cartellino di un giocatore come Chiesa sembra già sceso di 20 milioni...
"Va però considerata la concorrenza, che fa salire sempre il prezzo. Poi la proprietà Commisso è molto forte, quindi può darsi tranquillamente che Chiesa alla fine rimanga con un contratto magari rivisto".

A proposito, Rocco Commisso pare agevolato dalle ultime decisioni sul FFP.
"Sì, i ricavi verranno diminuiti. Ci sarà comunque da trattare con i calciatori per gli stipendi, ma in effetti potrebbe essere logico considerarla un'agevolazione per una proprietà come quella della Fiorentina, che vuole investire".

Infine le chiedo se ha per caso sentore che i viola torneranno a pescare in Francia, sua area di riferimento.
"In questo momento non ho nessun contatto con la Fiorentina, quindi non posso dare alcuna novità in tal senso".