C.S., I TEMPI SI ALLUNGANO: STOP DELLA SOVRINTENDENZA. CASINI A FV: "DELUSO MA SI VA AVANTI"

20.07.2020 20:06 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
C.S., I TEMPI SI ALLUNGANO: STOP DELLA SOVRINTENDENZA. CASINI A FV: "DELUSO MA SI VA AVANTI"

Piccola frenata sul fronte nuovo centro sportivo. Nel giorno in cui si è svolta presso il Comune di Bagno a Ripoli la conferenza dei servizi grazie alla quale sarebbe dovuta arrivare la svolta per il progetto definitivo legato al training center della Fiorentina, poche ore prima della riunione - secondo quanto appreso da Firenzeviola.it - la Sovrintendenza ha fatto pervenire al sindaco Casini una lettera in cui sono stati messi in rilievo alcuni aspetti progettuali da rivedere che porteranno la Fiorentina all’ennesimo ritardo, dopo gli stop che già ci sono stati sul fronte stadio. Come prenderà adesso il presidente Commisso questa ennesima (brutta) novità e questo ulteriore rallentamento che stavolta riguarda i terreni di Bagno a Ripoli, dove la strada sembrava spianata in virtù dell’ok che a suo tempo era arrivato dalla Sovrintendenza stessa? Fino a quando il patron avrà ancora pazienza alla luce di questo ennesimo allungamento dei tempi? In attesa di conoscere il punto di vista della Fiorentina, Firenzeviola.it ha contattato in esclusiva il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini.

Sindaco, che sensazioni prova dopo la conferenza dei servizi di oggi?

“Quella di oggi era una giornata importante; usciamo da questa riunione con un pizzico di delusione, lo ammetto, perché era un giorno che poteva essere importante e determinante per la chiusura del procedimento urbanistico per il centro sportivo. Purtroppo ci sono state delle osservazioni della Sovrintendenza alle quali erano state date a suo tempo, in modo concreto, risposte da parte dei progettisti e della Fiorentina stessa che sembravano esaustive ma evidentemente non sono state ritenute sufficienti per il parere favorevole definitivo”. 

Tempi più lunghi, dunque?
“Sì, ci vorrà qualche settimana in più per arrivare al definitivo ok sul progetto del training center che, vorrei ricordare, sarà una realtà importante non solo per Bagno a Ripoli ma anche per Firenze e la Fiorentina. Non siamo scoraggiati però: si va avanti e si continua a lavorare. Ci vorrà un po’ di tempo in più per chiudere questo iter ma siamo consapevoli che queste settimane saranno sfruttate al meglio per migliorare ancora il profilo paesaggistico e ambientale. Resto fiducioso che si possa completare il progetto il più rapidamente possibile, mi aspetto che si lavori con grande scrupolo e con attenzione al paesaggio ma anche con coerenza e impegno”.

Il dialogo con la Sovrintendenza resta costruttivo?
“Abbiamo la fortuna di avere alla soprintendenza di Firenze professionisti coerenti e di primo livello: tutti i passaggi sono sempre stati rispettati. Questo stop sicuramente non è del tutto negativo. Porterà dei miglioramenti al progetto verso il quale la Soprintendenza ha ribadito di essere favore e la volontà di portarlo in fondo. Noi, va ricordato, siamo partiti dall’ok alla fattibilità di questo progetto che abbiamo ricevuto nel settembre scorso”.