CINQUINI A FV, BALOTELLI CAMBIA TUTTO, ANCHE CHIESA. LIROLA...

16.07.2019 12:39 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Lorenzo Marucci
CINQUINI A FV, BALOTELLI CAMBIA TUTTO, ANCHE CHIESA. LIROLA...

Intervenuto nel programma curato dalla redazione di FirenzeViola.it, "Garrisca al Vento!" in onda ogni martedì su TMW Radio, l'ex direttore sportivo Oreste Cinquini ha affrontato i temi principali di mercato e di casa Fiorentina.

Su Chiesa: "Bisognerebbe domandare a lui e a suo padre quali sono le loro intenzioni. La proprietà chiaramente dice che non ha bisogno di vendere, però bisogna vedere qual è la volontà del giocatore: se crede che la squadra non sia alla sua altezza, dovremo capire cosa farà. Restasse mal volentieri sarebbe la cosa peggiore. Nel mondo di oggi sono i giocatori a decidere. Mi immagino che chiaramente la società esporrà il progetto a Chiesa e gli chiederà di diventare il leader di questa squadra, poi vedremo cosa accadrà".

Sul mercato della Fiorentina: "Bisogna vedere se Chiesa resterà o meno. Nel caso resti, il Presidente dovrà allestire una squadra degna del giocatore e di Firenze. Però bisogna vedere cosa il ragazzo ha in mente".

Sull'eventualità di una vendita di Chiesa: "Se si trattiene un giocatore come Chiesa bisogna essere in grado di allestire una squadra di livello. Nell'ipotesi B di una vendita del giocatore bisogna reinvestire i suoi soldi per costruire comunque una squadra da Europa League. Certo che convincere un giocatore a venire in una squadra che non gioca l'Europa è difficilissimo, basta vedere cosa è accaduto a Milinkovic-Savic. La sua valutazione dopo un anno in chiaroscuro è calata drasticamente".

Su Balotelli: "È un buon giocatore ma ci devono essere le condizioni per poterlo gestire al meglio. La natura l'ha fornito di un grande talento ma non è stato ancora in grado di accompagnare le sue qualità con la continuità. Sarebbe a parametro zero ma ha un ingaggio molto alto e la sua presenza cambierebbe gli equilibri nello spogliatoio: va valutato per bene. Un ingaggio di questo tipo creerebbe dei meccanismi nello spogliatoio difficili da gestire. Penso anche a Chiesa: se porti Balotelli a 4 milioni e mezzo, può darsi che Chiesa voglia guadagnare di più".

Su Pol Lirola: "È giovane e ha fatto un buon campionato. Però un conto è giocare in una squadra senza grandi pressioni, alla Fiorentina la pressione sarebbe al top. Bisognerebbe vedere come reggerebbe l'impatto. Tecnicamente sarà il campo a dimostrare la bontà dell'operazione".

Su quanto è cambiato il calcio: "Il calciomercato si evolve ogni anno. Con l'avvento degli agenti che si occupano anche di fare da intermediari e c'è gente che ci guadagna tanto. La dice lungo su come è cambiato il mondo del calcio. Bisogna avere persone perbene ed oneste intorno, in modo da contenere i prezzi delle operazioni. Cessioni come Pogba e De Ligt hanno portato allo stesso agente tantissimi soldi. Adesso i Presidenti vogliono fare in prima persona e succede che gli agenti bypassino i direttori e si mettano d'accordo direttamente con loro".