CESSIONI IN AGENDA: HUGO E DABO SONO LE PROSSIME DUE

21.07.2019 15:00 di Dimitri Conti Twitter:    Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
CESSIONI IN AGENDA: HUGO E DABO SONO LE PROSSIME DUE

In casa Fiorentina, con la prima squadra attualmente impegnata nella tournée statunitense, ci sono due giocatori che di fatto viaggiano già con la valigia in mano, pronti a lasciare da un momento all'altro il suolo americano per immergersi anima e corpo nelle nuove avventure che li aspettano. I profili che rispondono a questa descrizione sono quelli di Vitor Hugo da una parte, e Bryan Dabo dall'altra. Nessuno dei due infatti risponde alle richieste tecniche espresse da Montella a Pradè: in difesa serve un centrale capace di far uscire bene il pallone, e il brasiliano è forse il peggiore in rosa nel fondamentale del palleggio, mentre a centrocampo c'è bisogno di più qualità di quella insita nei piedi del franco-burkinabé.

Andando ad esaminare le due situazioni, partiamo con quella legata al centrale verde-oro. Il classe '91 negli scorsi giorni sembrava ad un passo dal trasferirsi in Turchia, ma nelle ultime ore abbiamo assistito ad un vero e proprio sorpasso del Palmeiras nei confronti del Besiktas, sfruttando anche il sentimento di saudade comune a molti atleti brasiliani. Ma anche una proposta migliore per i viola: trasferimento a titolo definitivo con 4,5 milioni messi sul piatto subito, più un ulteriore milioncino raggiungibile tramite bonus, a fronte dell'offerta turca che invece prevedeva un prestito oneroso con un diritto di riscatto fissato ad una quota leggermente più alta, 5 milioni, ma solo un'opzione e non un obbligo.

Leggermente differente invece la situazione che riguarda Dabo. Sul mediano classe '92 ci sono due situazioni plausibili, una che lo vedrebbe ritornare in Francia, e riunirsi immediatamente all'ex compagno di squadra Lafont. Anche se, secondo quanto risulta a FirenzeViola.it, per il momento la soluzione Nantes sembra la meno calda, a differenza dell'Olympiacos che invece parrebbe maggiormente intenzionata ad aggiungere il calciatore alla propria rosa. Anche se per il momento, visto che i greci propongono soprattutto soluzioni con la formula del prestito, manca l'accordo sulle modalità del trasferimento.