MANNINI, Distruggere e rifare il Franchi ottima idea

25.09.2020 12:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
MANNINI, Distruggere e rifare il Franchi ottima idea

Alessandro Mannini, ex portiere viola a TMW ha parlato anche della Fiorentina: "A Firenze sarebbe bene che non facessero girare troppo le scatole a Commisso perché avesse la possibilità di costruire questo stadio, l'amministrazione lo supportasse un po' di più sarebbe sicuramente molto molto utile perché è un presidente che ha delle grandi ambizioni e delle grandi potenzialità, ma ogni tanto lo vedo agitato perché gli mettono i bastoni tra le ruote: sarebbe bene che se lo tenessero ben stretto. Buttare giù il Franchi per farne uno nuovo nella stessa zona? Sarebbe un'ottima idea perché vedo che ci sono degli stadi nei centri delle città che sono ancora attuali nonostante tutti dicano di voler costruire fuori, in periferia. Io penso che il Franchi faccia parte della storia di questa società, ci ho giocato dentro e posso dire che c'è un'atmosfera particolare e anche se venisse fatto nuovo, più moderno, penso che la storia lì dentro si respirerebbe ancora. Io lo lascerei lì dov'è come collocazione, anche se non ho seguito molto l'opinione della tifoseria se è d'accordo o meno. Ho seguito per esempio le vicissitudini dello stadio a Pisa che mi è caro visto che ci ho giocato tanti anni e i tifosi non vogliono andarsene, vogliono conservar quel ricordo, quel sapore e quel fascino particolare che ha nel cuore della città. Cosa penso sulla squadra? Non si è rinforzata moltissimo e secondo me sarà sicuramente ancora alle prese con una posizione di classifica che non accontenterà i tifosi che vorrebbero poter rivivere i fasti dell'era Batistuta. Penso che Commisso se lasciato lavorare in pace può riportare molto in alto la Fiorentina. Dragowski e Terracciano? Il polacco l'ho seguito molto a Empoli e mi ha fatto un'impressione enorme, non ha fatto altrettanto bene a Firenze, ma non è sempre facile farlo in una piazza un po' più grande rispetto a quella del club azzurro. Forse ha sentito il salto di qualità e lo ha pagato però ha potenzialità incredibili. Terracciano è stata una sorpresa perché non mi aspettavo potesse fare un finale di campionato così importante".