CALIENDO, La cessione di Baggio un grande errore

05.01.2008 10:41 di Redazione FV  articolo letto 6210 volte
Fonte: Il Firenze

L'estate del 1990 fu molto calda a Firenze. Non per il clima metereologico, ma perchè si stava consumando la cessione l'idolo di una intera città, Roberto Baggio, alla più ''nemica'' delle società, la Juventus. Il gioco dell'annuncio, in città scoppi una vera e propria rivolta, che duro diversi giorni, con anche molti arresti. A distanza di anni, il procuratore all'epoca, del giocatore, Antonio Caliendo, ha ricordato quei giorni, che videro andar via l'idolo di Firenze: "Mi ricordo ancora la scena: quando Baggio pass dalla Fiorentina alla uventus, in conferenza stampa, davanti ai giornalisti - ha detto a laromasiamosolonoi.it - gli misero al collo la sciarpa bianconera e lui la gettò via. Fu un gesto imbarazzante. Io dissi che il ragazzo andava compreso: era come se avessero strappato un figlio alla madre. Ammetto che, quella volta, rimasi molto colpito anch'io". Per lui, Firenze e i tifosi viola, Peccato averlo capito con 17 anni di ritardo.