VERETOUT, Il Napoli c'è e lui gradisce. Ma il prezzo?

21.04.2019 16:00 di Alessio Del Lungo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
VERETOUT, Il Napoli c'è e lui gradisce. Ma il prezzo?

Al mio futuro non penso, ma il mio sogno è partecipare alla Champions League e credo che, avendo appena compiuto 26 anni, abbia l’età giusta per pensare in modo positivo e in prospettiva a un salto di qualità”. Con queste parole rilasciate a La Nazione nella settimana post tracollo di Cagliari Jordan Veretout, centrocampista della Fiorentina, ha di fatto comunicato alla società ed ai tifosi la sua volontà di “emigrare” verso altri lidi.

Il francese quest’anno ha assunto una posizione diversa in campo giocando in un ruolo più arretrato. Questo lo ha portato a segnare di meno (solo 5 i gol finora e tutti su calcio di rigore), ma avrebbe dovuto portarlo anche ad entrare più nel vivo del gioco. Il suo rendimento però non si è rivelato all’altezza del calciatore ammirato nella scorsa stagione ed ecco che quindi l’ipotesi di un suo addio è diventata man mano sempre più concreta.

La squadra più accreditata per l’acquisizione delle sue prestazioni è il Napoli di Aurelio De Laurentiis, suo grande estimatore che già a gennaio aveva provato un’offensiva per il classe ’93 poi non andata a buon fine. Gli ottimi rapporti tra Mario Giuffredi, agente oltre che di Veretout anche di Hysaj e Mario Rui, e il presidente del Napoli hanno contribuito ad alimentare le fantasie dei tifosi azzurri. Fantasie che sono diventate sempre più concrete quando lo scorso 24 marzo il centrocampista viola ha chiesto la mano alla sua Sabrina proprio nel capoluogo campano.

La Fiorentina è partita da una richiesta di 30 milioni di euro, salvo poi abbassare le pretese intorno ai 25, complici anche le non brillantissime performance del francese. Il Napoli, dal canto suo, si sussurra che punti a chiudere per non più di 20 milioni. La novità di questi giorni sarebbe l’ipotesi di uno scambio con Amadou Diawara. Ciò che è evidente è che le distanze sono minime e che non ci sarebbe certo da stupirsi qualora De Laurentiis decidesse di mettere mano al portafoglio e togliere ogni dubbio.