RIBERY CHIAMA, PUÒ FARE DA SPONSOR. ORA STA A COMMISSO

31.07.2020 13:30 di Dimitri Conti Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca 2020
RIBERY CHIAMA, PUÒ FARE DA SPONSOR. ORA STA A COMMISSO

Poche parole, ma di grande peso, quelle rilasciate stamani da Franck Ribery ai microfoni del TGR Rai Toscana (LEGGI QUI l'intervista integrale), in cui tra le altre cose ha detto la sua sia sulla conferma di Iachini ("Contento per lui e per il gruppo (...) Lo merita, ha fatto un buon lavoro") che su quanto ci sia bisogno di attingere al mercato per andare a migliorare una base della rosa di per sé buona, ma ancora non in grado di fare quel salto di qualità che tutti speravano. "Vanno migliorate un po' di cose e bisogna prendere qualche giocatore pensando al prossimo anno", il lapidario commento di Ribery, che però apre scenari di riflessione anche su un ulteriore, ennesimo ruolo che potrebbe andare a ricoprire in questa squadra. Qualcuno ha detto Operazione Marketing?

Servono rinforzi, in soldoni, e per aiutare la società viola a metter dentro qualche profilo più appetibile ed internazionale, magari qualcuno che a bocce ferme - in questo momento storico - potrebbe nutrire qualche dubbio e che invece potrebbe finire per essere persuaso da una buona parola spesa da parte di uno che in carriera ha vinto (quasi) tutto, e che si ritroverebbe dopo aver interpretato già i ruoli di calciatore, in ogni sfumatura del termine, di capitano part-time, di vice-allenatore senza mandato e motivatore del gruppo nel periodo depressivo, adesso è pronto a fare anche da sponsor sul mercato.

Decisiva però rimane ovviamente la risposta di Commisso alla chiamata dell'asso francese. Dopo i mugugni di una parte della tifoseria sulla permanenza di Iachini a timone della barca, un mercato estivo - se così si vuol chiamarlo - di qualità potrebbe scacciare qualsiasi brutto pensiero nella piazza. La partenza su questo fronte è già buona, con l'acquisto di Amrabat che diventerà effettivo, facendo vestir di viola un calciatore che si candida tra le assolute rivelazioni della Serie A, probabilmente in senso assoluto tra i migliori tre centrocampisti. Il seguito sarà all'altezza? Il pallone, virtualmente, passa tra i piedi di Rocco Commisso. Quando giocava era un instancabile mediano, un po' come Iachini: oggi avrà la visione di gioco necessaria per far crescere la sua Fiorentina?