MONTELLA, DOMANI SARÀ DURA FARE BEL CALCIO, ANDERSON...

25.01.2014 16:05 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
MONTELLA, DOMANI SARÀ DURA FARE BEL CALCIO, ANDERSON...
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Vigilia di campionato per la Fiorentina che domani sera ospita il Genoa di Gasperini nel posticipo della 2a giornata del girone di ritorno. Tanti i problemi di formazione per Montella, che deve fare a meno di Gonzalo, Tomovic, Borja Valero e degli lungodegenti Gomez e Rossi. Queste le parole del tecnico viola in sala stampa:

Sul tour de force di gennaio-febbraio: ''Ci andremo a giocare partite importanti, sia di Coppa Italia che di Europa League. In campionato vogliamo restare attaccati alle prime''.

Sui rischi della gara di domani: ''Il Genoa è una squadra evoluta, che si sa adattarea all'avversario in tutte le fasi. Lavorano molto bene sulle catene esterne e che assomiglia tatticamente al Siena. Temo molto il Genoa, anche perché non siamo in condizioni ottimale. Mi aspetto anche il sostegno del pubblico perché sarà difficile esprimere buon calcio come siamo abituati a fare''.

Sugli uomini più temuti: ''Temo tatticamente la partita in generale, un nome su tutti che temo è Gilardino''.

Su Borja Valero assente: ''Abbiamo dimostrato di avere sostituti, metteremo in campo una formazione adeguata. Mancherà la logica di Borja, dovremo vincere senza la sua logica''.

Su Matri: ''Sta bene, oggi vediamo ma non ci sono problemi''.

Su Anderson: ''Ha tanta voglia di essere della partita, sta bene, mi piace il suo entusiasmo. Vediamo stasera cosa possiamo fare''.

Su un possibile appagamento: ''Siamo solo a metà stagione, aspettiamo''.

Sui tanti infortuni: ''Più partite si fanno più aumente il rischio, è un fattore di campo che conosciamo. Tutti i giocatori si sentono parte integrante del gruppo perché hanno avuto le loro chances''.

Su Roma e Napoli: ''Sono squadre forti, la Roma forse è più solida. Adesso comincia un altro campionato. Può succedere di tutto. Adesso serve continuità: se altri hanno qualche calo, noi siamo competitivi con tutti''.

Su Neto ed il record: ''Non mi sono mai posto il problema, l'importante è vincere domani: se ci riusciamo senza subire gol è meglio. Mi fa piacere la crescita individuale di Neto''

Su Camporese: ''Camporese è in crescita, sta avendo continuità in B: valuterà la società cosa è meglio per il ragazzo''.

Su un 17° marcatore stagionale: ''Mi fa piacere quando tutti i giocatori si sentano parte integrante della squadra. Tomovic? Non farà mai gol, glielo dico sempre...''

Su Ilicic e Gomez: ''Ilicic ta bene. Gomez? Conto di averlo in squadra entro l'anno prossimo, così non se ne parla più (ride ndr)''