IL MERCATO PUÒ ATTENDERE

14.08.2020 19:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
IL MERCATO PUÒ ATTENDERE

È un agosto così diverso rispetto alle scorse stagioni per il calcio, italiano e non. Giornate afose nelle quali il mercato prova a prendere il sopravvento ma alla fine sono le competizioni europee a dare le emozioni maggiori. Questo anche perché le squadre che non devono giocare - Fiorentina ovviamente compresa - si stanno prendendo dei giorni di relax dopo le fatiche di fine campionato e in vista di una nuova stagione forse ancora più difficile. 

E se Franck Ribery è già tornato a Firenze assieme a Wahiba, stupendo un po' tutti visto che ancora qualche giorno libero lo aveva, il resto della squadra e la dirigenza continuano invece a lavorare dai rispettivi luoghi di pernottamento. Da una parte i giocatori si allenano nelle varie Sicilia, Sardegna o Grecia che sia, dall'altra gli uomini mercato (Barone e Pradè in primis), sono in vacanza con le famiglie e attenti al mercato solo via telefono.

Sono due i motivi per cui non deve stupire che il mercato della Fiorentina vada ancora così a rilento: da una parte c'è la necessità di non immergersi subito in un calciomercato che durerà ufficialmente dal 1° settembre al 5 ottobre prossimi, dall'altra c'è uno zoccolo duro della squadra che impone riflessioni più sulle uscite che sulle entrate. Il tutto senza particolare fretta. Perché per quei tre-quattro innesti di livello previsti dalla Fiorentina c'è ancora tempo.

Acquisti, cessioni e rinnovi sono rimandati almeno di qualche giorno, quando la prossima stagione prenderà il via con i primi allenamenti a Firenze. Poi sarà il momento di buttarsi a capo fitto in un calciomercato che si prospetta come sempre bollente.