FEMMINILE: SCONFITTA INDOLORE A ROMA PER LA FIORENTINA, ORA LE NAZIONALI. PRIME INDISCREZIONI DI MERCATO

La rubrica del martedì sul calcio femminile a cura di FirenzeViola.it
28.11.2023 00:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: A cura di Stefano Berardo
FEMMINILE: SCONFITTA INDOLORE A ROMA PER LA FIORENTINA, ORA LE NAZIONALI. PRIME INDISCREZIONI DI MERCATO

Sapevamo che era un impegno molto difficile, ma c’è da dire che la Fiorentina – nonostante il ko per 2-1 al Tre Fontane di Roma contro le campionesse d’Italia in carica -, si è comunque comportata molto bene. Lo stesso tecnico giallorosso, Alessandro Spugna, ci ha tenuto a sottolineare nel post partita come la formazione viola sia stata quella che abbia messo più in difficoltà le capitoline nel corso di questo campionato. Nonostante le fatiche di Champions, con la Roma che lo scorso giovedì ha disputato la gara dei gironi contro l’Ajax in casa vincendo 3-0, la truppa dell’ex tecnico di Empoli e Juventus Primavera si è messa in tasca altri tre punti pesantissimi per la rincorsa al secondo tricolore consecutivo.

Al Tre Fontane, di recente ristrutturato dall’amministrazione comunale per renderlo adeguato ai parametri Uefa, era presente una buona cornice di pubblico ma non il classico pienone che tutti si aspettavano. Fattore dovuto al match dell’Olimpico tra la squadra maschile giallorossa e l’Udinese che di lì a breve si sarebbe tenuto. Ma i più appassionati hanno persino fatto l’en plein partecipando alla disputa del campionato femminile per poi dirigersi allo Stadio Olimpico per vedere Dybala e compagni.

A Roma De La Fuente conferma il tandem d’attacco che ha sconfitto il Como entrando dalla panchina nella scorsa giornata. Le giallorosse dimostrano superiorità territoriale ma la Fiorentina si difende con ordine. Al diciottesimo Giugliano coglie un palo esterno su punizione. Sono i primi segnali di un imminente vantaggio delle padrone di casa che arriva cinque minuti più tardi grazie ad una magia di Giada Greggi. La centrocampista della lupa riceve sull’out destro e si aggiusta la sfera prima di spedirla in rete con un delizioso sinistro interno a giro che colpisce anche l’incrocio dei pali interno. Goal bellissimo per la ventitreenne romana che festeggia al meglio la convocazione in nazionale. La Fiorentina non ci sta e pareggia al ventinovesimo con Miriam Longo. L’ex centravanti del Milan riceve da Catena defilata sulla sinistra, dribbla Minami e di sinistro – deviato – colpisce il palo interno che beffa Ceasar. Quarto goal in campionato per la meneghina classe 2000 la quale però è rimasta fuori dal giro delle convocate per gli impegni Azzurri.

Provano a portarsi avanti le ospiti con un’azione simile quella del pari e sempre con Longo che però di destro non inquadra lo specchio. La Roma riprende terreno e sul finale di primo tempo impegna Baldi – per l’occasione preferita a Schroffenegger – con Haavi. Nella ripresa le giallorosse sembrano aver assorbito le fatiche di Champions League e diventano dominatrici incontrastate del campo con la Fiorentina che attua una strategia difensiva. Kumagai colpisce una traversa al minuto cinquantotto ma un minuto dopo tornano in vantaggio le capitoline grazie al sinistro di Benedetta Glionna sul quale Baldi non può nulla. Le gigliate non riescono più a creare pericoli con le romane che impattano più volte sull’estremo difensore viola prima con Giugliano su rovesciata e poi su Haavi da pochi passi dalla linea di porta. Al novantatreesimo arriva il triplice fischio.

Salvando quanto di buono fatto nei primi quarantacinque minuti, la Fiorentina si scopre ancora molto inferiore alla Roma. Ma del resto sono ormai due anni che le capitoline sono divenute la squadra da battere in questa Serie A Femminile. Persino in Europa il club dei Friedkin non è più visto come una novella Cenerentola ma come una corazzata contro la quale nulla è facile. Nella capitale stanno raccogliendo i frutti di una semina che è iniziata nel settembre del 2018 a Piazza del Popolo e che non si è mai esaurita. A Firenze invece dopo la fine di un ciclo vincente ed importante come quello gestito da Sauro Fattori e Antonio Cincotta si sta lavorando per costruire un gruppo che possa nel giro di un paio d’anni eguagliare lo strapotere in mano a Roma e Juventus per l’appunto. Almeno questo è quello che ha più volte dichiarato il patron gigliato Rocco Commisso. Ed è esattamente ciò per cui stanno lavorando i dirigenti toscani.

E chissà che nel nuovo corso viola non possa esserci spazio anche per Annamaria Serturini. Ieri, al termine della gara del Tre Fontane, l’esterno ex Brescia e Pink Bari è stata vista parlare diversi minuti con i dirigenti della Fiorentina (come testimonia la foto in esclusiva di Firenzeviola). Già nella scorsa estate avevamo svelato di alcuni contatti tra la società giallorossa e il club di Viale Manfredo Fanti, ma la trattativa non andò in porto per via della richiesta da parte della Roma di inserire il cartellino della numero dieci gigliata Michela Catena. Non è escluso che nel prossimo giugno le parti non possano risentirsi. Attenzione però; la Fiorentina non sarebbe l’unica squadra interessata ad Annamaria Serturini.

Chiusa la giornata di campionato, ora spazio alle Nazionali. Sono ben quindici le ragazze viola impegnate tra le varie compagini in Italia e in Europa. La Fiorentina conta cinque atlete convocate dal CT Soncin che, per l’occasione, è stato costretto a rinunciare a due pezzi da novanta come Girelli e Bonansea (alle prese con problemi fisici), arrivando di fatto a quel tanto atteso ringiovanimento. Oltre a Baldi e Schroffenegger tra i pali, Soncin ha richiamato dopo diverse settimane di assenza la capitana viola Alice Tortelli assieme alle giovane centrocampista Emma Severini e alla fantasista Michela Catena.

Si rivede inoltre Giulia Dragoni, la giovane canterana del Barcellona assente dalla fallimentare spedizione mondiale. Dragoni che, la scorsa domenica, ha vissuto l’esordio con la prima squadra blaugrana subentrando a Mariona Caldentey negli ultimi minuti della gara contro l’Athletic Bilbao. Farà dunque parte di questa penultima tornata di Women’s Nations League dove le Azzurre saranno chiamate a giocare contro le campionesse del mondo della Spagna in casa loro per poi ospitare la Svizzera il prossimo 5 dicembre allo stadio Ennio Tardini di Parma.