CARICA E LACRIME: LA GIORNATA DEI DELLA VALLE

13.03.2019 00:00 di Giulio Falciai   Vedi letture
CARICA E LACRIME: LA GIORNATA DEI DELLA VALLE

Oggi alle ore 18 c'è stata la messa in onore dell'eterno Capitano della Fiorentina, Davide Astori, alla Basilica di San Lorenzo, a Firenze. Un'occasione per ricordare il numero tredici viola, non solo nella sua terra, a San Pellegrini, ma anche nel capoluogo toscano. In chiesa erano presenti tutti i giocatori della Fiorentina, insieme a vari dirigenti e staff viola, ex compagni di Davide come Manuel Pasqual e Milan Badelj, una rappresentanza del Cagliari e del Milan, la famiglia Astori al completo, ma soprattutto c'erano anche i fratelli Della Valle.

Le parole del mister Stefano Pioli in conferenza stampa nel post-gara di Fiorentina-Lazio non sono piaciute a i Della Valle. Delle dichiarazioni di resa dell'allenatore viola che né Andrea e né Diego hanno buttato giù facilmente. Secondo quanto raccolto da FirenzeViola.it oggi alle 16:00, infatti, entrambi i fratelli sarebbero andati al centro sportivo Davide Astori per un colloquio insieme alla squadra e al mister Stefano Pioli. Nel colloquio hanno voluto caricare i giocatori viola e ribadire che bisogna ancora continuare a lavorare su tutti quanti i fronti, sia per quanto riguarda la Coppa Italia ma anche per il campionato.

La gara di Coppa contro l'Atalanta, visto anche il 3-3 dell'andata e la brutta sconfitta in campionato scorsa settimana per 3-1, sulla carta sembra davvero difficile, ma non impossibile. La vittoria di un trofeo, cosa mai avvenuta nell'era Della Valle, porterebbe nella città e nei tifosi un entusiasmo che sembra ormai perso da molto. Ed è per questo che la Fiorentina deve credere a tutti i costi in questa impresa. Anche in campionato, considerando la decima posizione, i tifosi viola non possono sorridere. Il settimo posto dista sette punti, non pochi ma neanche tantissimi, e il calendario non è dei peggiori. Una forte carica, quindi, da parte dei proprietari della Fiorentina per questo finale di stagione non facile ma ancora aperto a tutto.