BALLOTTAGGIO SULLA FASCIA: ORA CALLEJON INSIDIA LIROLA

17.10.2020 19:00 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
BALLOTTAGGIO SULLA FASCIA: ORA CALLEJON INSIDIA LIROLA

Sarà il dubbio che Beppe Iachini si trascinerà dietro fino a domani mattina, quando solo la riunione tecnica con lo staff medico scioglierà le ultime riserve su chi dovrà presidiare la corsia di destra contro lo Spezia. Il ballottaggio Callejon-Lirola è già entrato nel vivo in realtà da una settimana, visto che i due spagnoli hanno avuto l’opportunità di lavorare insieme durante la pausa per le Nazionali dando così l’opportunità all’allenatore di testare pregi e difetti dei due giocatori, in quell’ormai consolidato 3-5-2 che anche domani al Manuzzi verrà riproposto. 

Da un lato c’è l’ex Sassuolo, in cerca di rilancio dopo le 0 partite da titolare e i soli 28’ giocati in stagione: per il classe ’97, trattenuto a forza in estate dalla Fiorentina nonostante alcune offerte vantaggiose (prima tra tutte quella del Valencia), c’è la voglia di riscatto e la chance di tornare a giocare dal 1’ in quella che è la zolla dove nella passata stagione ha fatto vedere le cose migliori. Dalla sua parte, c’è poi il feeling consolidato con i compagni di squadra e la sua maggiore duttilità in fase di ripiegamento (la Viola è reduce da ben 6 gol subiti nelle ultime due gare e anche sotto questo aspetto Iachini pretende di vedere un netto passo in avanti).

Dall’altro c’è José María, che si è subito messo a disposizione dell’allenatore garantendosi la massima disponibilità nel giostrare anche come quinto di centrocampo, ruolo ricoperto più volte anche a Napoli (se pur con qualche primavera in meno sulle spalle). La tentazione di spedire pronti-via in campo il numero 77 è molto forte da parte di Iachini eppure, per sua stessa ammissione, il rischio di commettere lo stesso errore fatto con Borja Valero a Milano - forzato a entrare e poi infortunatosi - potrebbe alla fine convincerlo a risparmiarlo, almeno per la prima parte di gara. La sensazione, tuttavia, è che il ballottaggio resti ancora più che mai aperto.