SVEZIA, Per cinque volte bestia nera dell'Italia

 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 1005 volte
Fonte: Raimondo De Magistris per Tuttomercatoweb.com
© foto di Insidefoto/Image Sport
SVEZIA, Per cinque volte bestia nera dell'Italia

Franco Bontadini. Fu lui l'ultimo calciatore quando il calcio era ancora ai suoi albori a battere la Svezia in Svezia. Era il 1912, più di 100 anni fa, nel corso dell'Olimpiade svolta a Stoccolma. Poi solo amarezze, contro una Nazionale che somiglia sempre più alla nostra bestia nera. O ci batte o in Svezia nemmeno ci arriviamo. Questo il sunto di decenni di incroci e delusioni. Il Mondiale del 1958, quello a cui nemmeno abbiamo partecipato, s'è giocato proprio in Svezia, coi padroni di casa battuti solo in finale dal Brasile dall'astro nascente Pelè. E l'ultimo Europeo a cui non abbiamo preso parte? Sempre in Svezia, nel 1992. Ma la Svezia è la nostra bestia nera anche negli scontri diretti. Il biscotto del 2004 è una delle pagine più tristi degli Europei, arrivato dopo il beffardo colpo di tacco di Zlatan Ibrahimovic nello scontro diretto. Peggio andò nel 1983, quando l'Italia campione del Mondo in carica nel giro di pochi mesi perse due volte contro la Svezia, incassano addirittura un pesante 0-3 al San Paolo. E anche in quella circostanza addio Europeo. Tanti precedenti nefasti, fino ad arrivare a ieri. La sconfitta in Svezia, il pareggio a San Siro e addio Mondiale. Un'altra pagina triste del nostro calcio è stata scritta e di mezzo, ancora una volta, ci sono loro.