DI GIORGI, Franchi? Le curve non sono intoccabili

24.05.2020 16:40 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: TGR Toscana
© foto di Federico De Luca
DI GIORGI, Franchi? Le curve non sono intoccabili

"Tra qualche settimana Rocco Commisso potrà fare l'investimento che desidera per quanto riguarda il Franchi, le sue curve non sono identitarie". A scuotere Firenze e il patron che da un anno trova i paletti della Soprintendenza per restaurare lo stadio, ci pensa la deputata fiorentina Rosa Maria Di Giorgi, che ha parlato della situazione del Franchi, alla TGR Toscana. "Le due curve, per quanto riguarda lo stadio Franchi, non credo siano elementi identitari del monumento. Che sono invece la Torre di Maratona, le scale elicoidali e la facciata monumentale. Quindi l'abbattimento delle curve che consentirebbe di avvicinarle credo sarebbe un'ottima idea anche per permettere una migliore visione del gioco e su quello si dovrà trovare un accordo". su questo servirà infatti un accordo sui costi (che si aggirano sui 300 milioni) e la concessione di utilizzo, con il Comune, sottolinea il servizio del Tg3. Ma se sarà adottata la norma della Di Giorgi, anche Pessina dovrà poi adeguarsi. "Riuscire a ristrutturare questo stadio e riuscire a tenere qui la Fiorentina - dice infatti la deputata -  è molto importante anche per Firenze perché non ci sarebbe spreco di territorio. I tempi? Noi, con il ministro Franceschini, abbiamo già decisivo di mettere la norma all'interno del decreto e tra qualche settimana Rocco Commisso potrà fare l'investimento che desidera"