SCANZIANI A FV, ACF ORA PENSA A NON PRENDERE GOL. CASTRO...

28.01.2020 16:00 di Alessio Del Lungo   Vedi letture
SCANZIANI A FV, ACF ORA PENSA A NON PRENDERE GOL. CASTRO...

Mentre l'Inter annuncia Christian Eriksen come nuovo giocatore nerazzurro, la Fiorentina si avvicina alla sfida di Coppa Italia contro la squadra di Antonio Conte dovendo far fronte alle assenze pesanti di RiberyCastrovilli e Pezzella e con un mercato che stenta a decollare dopo l'arrivo di Patrick Cutrone. Per approfondire i temi legati all'incontro, ma non solo, FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, l'ex centrocampista dell'Inter, Alessandro Scanziani.

Che partita si aspetta domani sera nei quarti di Coppa Italia?
"Sono andato allo stadio contro il Cagliari e penso che la Fiorentina debba giocare in quella maniera, chiusa in difesa, pronta a chiudere ogni spazio e ripartire in velocità quando l’Inter è scoperta. Giocatori come Chiesa possono anche mettere in difficoltà i difensori dell'Inter grazie alla velocità e alla tecnica".

Con Iachini sembra tutta un'altra Fiorentina. Si è dato una spiegazione?
"Difficile dare un giudizio senza aver vissuto dentro lo spogliatoio entrambe le gestioni. Adesso mi sembra che abbiano assunto un assetto diverso anche tatticamente con un altro obiettivo ovvero prima non prendere gol e poi essere consapevoli che lì davanti qualcuno lo possa trovare".

A chi dovrà stare attenta la Fiorentina?
"Lautaro Martinez in primis. Sarà sicuramente da tenere sotto controllo, una marcatura solo su di lui ci può stare perché se trova spazio e punta uno contro uno l'avversario è dura. Ha senso del gol che per un ragazzo giovane non è male. È il giocatore da tenere in considerazione, poi dipende anche dalla giornata di Sensi e Barella, due centrocampisti con grandissime qualità che se riescono ad entrare subito nel vivo del gioco possono rappresentare una minaccia. Occhio anche ai calci piazzati dove l'Inter è fortissima".

Le assenze di Pezzella e Castrovilli peseranno sul match?
"Pezzella sì però credo che quella di Castrovilli sia ancora più importante. Mi sembra che abbia avuto il rendimento più alto di tutti i giocatori della rosa. Non mi aspettavo un inserimento così repentino in questa piazza per un classe '97. Giocare a Firenze non è assolutamente facile, le aspettative sono sempre molto alte di società e tifosi. Si è imposto molto bene".