CONDÒ A FV, UDINESE-ACF PARTITA FALSATA. LA SERIE A ANNULLATA? IL RISCHIO C'È

10.03.2020 13:30 di Alessio Del Lungo   Vedi letture
CONDÒ A FV, UDINESE-ACF PARTITA FALSATA. LA SERIE A ANNULLATA? IL RISCHIO C'È

L'Italia, l'Europa e più o meno tutto il mondo stanno vivendo un momento di grande difficoltà a livello economico dovuto alla diffusione del Coronavirus che sta veramente cambiando il corso della storia. Inevitabilmente anche il calcio ne sta risentendo e FirenzeViola.it ha contattato in esclusiva per approfondire queste tematiche Paolo Condò, giornalista che, dal 2015, lavora per Sky.

Come giudica ed interpreta il grave momento di difficoltà che il calcio italiano sta affrontando?
"Sin dal primo momento che si è capita la gravità della situazione ho sostenuto che dovesse essere il governo a dover decidere che cosa fosse meglio per tutti. Il fatto che finalmente abbia optato per la chiusura mi trova del tutto favorevole. Io seguo, in queste situazioni, i pareri degli esperti, pretendere di dare opinioni da giornalista sportivo è ridicolo perché ci sono professori che conoscono e si esprimono al meglio".

Esiste la possibilità che la Serie A venga annullata?
"Il rischio c'è. Se a questo punto non verranno rinviati gli Europei non esistono date per concludere il campionato. Non dipende dal calcio, dipende dalla battaglia contro il virus che al momento ci vede protagonisti. La Cina e la Corea del Sud dopo aver preso provvedimenti stringenti stanno uscendo dalla crisi e solo a quel punto faremo i conti. In Europa non è solo un problema dell'Italia, anzi. Mi lascia stupefatto che gli altri Paesi non stiano prendendo esempio da quello che è accaduto da noi. I tempi di reazione sono  davvero molto lenti".

Come ha visto la prestazione della Fiorentina a Udine?
"Si è trattato della partita più falsata tra quelle che ho visto. Ho seguito Parma-SPAL, Milan-Genoa, Juventus-Inter... Alla Dacia Arena il pareggio andava bene ad entrambe per muovere un po' la classifica ed i giocatori hanno risentito anche dell'ambiente circostante senza tifosi".

Come vede il futuro della squadra viola?
"Favorevole. Dico questo perché mi piace la proprietà che ha la Fiorentina: è solida, appassionata ed è la migliore garanzia che hanno i tifosi viola. Il mercato che è stato fatto portando Duncan, Cutrone, ma anche Igor che mi piace molto è interessante avendo preso i migliori a disposizione. Poi è stato bloccato Amrabat che secondo me è un campione ed è un'ulteriore dimostrazione di serietà".

Crede che nel futuro di questa società potrà esserci ancora Iachini?
"Per lui è una ennesima sfida perché è sempre stato un allenatore bravo nelle emergenze, che trova il bandolo della matassa e le trasforma, ma non ha mai legato il suo nome ad un progetto ambizioso dall'inizio. Commisso lo è e lo ha dimostrato: sarà una sfida per lui".