BUDEL A FV, LA VIOLA MI HA IMPRESSIONATO. 2-0? VI SPIEGO LO SCHEMA

16.07.2020 13:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
BUDEL A FV, LA VIOLA MI HA IMPRESSIONATO. 2-0? VI SPIEGO LO SCHEMA

"Per quello che ho visto ieri la Fiorentina mi ha impressionato. Ha interpretato fin dall'inizio benissimo la gara, e anche quando è andata in vantaggio non si è abbassata. Mi ha fatto un'ottima impressione sotto tutti i punti di vista". Lo dice interpellato da FirenzeViola.it l'ex centrocampista di Cagliari e Brescia Alessandro Budel, opinionista DAZN che ieri ha commentato la partita della Fiorentina a Lecce. 

Darebbe più meriti ai viola o demeriti ai salentini?
"Credo che le cose vadano sempre insieme. Quando una squadra gioca bene c'è sempre un po' di demeriti degli avversari e viceversa. Certo che gli errori difensivi del Lecce sono stati evidenti, però la Fiorentina è stata molto brava. Darei molti più meriti ai viola".

Lei che è stato allenato da Iachini, ci spiegherebbe se quello sulla punizione del 2-0 è uno schema oppure no?
"Era certamente uno schema, e lo so perché anche quando allenava me lo provavamo. I giocatori fanno un po' di confusione con la barriera, facendo finta di litigare e discutendo. Gli avversari e soprattutto il portiere così si distraggono e quando parte il tiro non sono pronti per intercettare il pallone. La barriera non salta e il portiere non è reattivissimo. Poi la punizione di Ghezzal era perfetta, questo è indubbio, però comunque la Fiorentina ha creato del disagio negli avversari".

Lei che dunque l'ha conosciuto da suo giocatore, cosa pensa di Iachini? Meriterebbe la riconferma a fine stagione?
"Iachini ha fatto senza dubbio un buon lavoro. Gli è mancata forse qualche vittoria per essere stimato un po' di più. I pareggi danno poco merito al lavoro suo e del suo staff, che è stato ottimo. Dovesse finire bene queste ultime partite, secondo me una chance la meriterebbe".

Andando invece sulle prestazioni dei singoli, come ha visto Ribery?
"Il francese è un patrimonio del campionato italiano. Lo vedi nell'idea di gioco che ha, come gioca con il pallone tra i piedi. Per me un altro anno lo ha: la Fiorentina deve assolutamente tenerlo. Magari lo dovrà gestire, anche se ieri io non l'ho mai visto in difficoltà dal punto di vista fisico, ma non può privarsene. Avere un giocatore elettrico come Cutrone accanto a lui lo può aiutare in questo".

Di Chiesa cosa ne pensa?
"A me è piaciuto tanto da quinto di centrocampo, un ruolo non usuale per lui di recente. Secondo me non ha nessun problema a farlo perché può sfruttare meglio la gamba che ha diventando devastante. Ieri poi ha fatto un gol e un assist: dal punto di vista individuale e qualitativo ha dato tanto alla Viola".