BARONE A FV, Legge sugli stadi deve cambiare

26.04.2020 18:27 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
BARONE A FV, Legge sugli stadi deve cambiare

Nel corso della maxi diretta Instagram organizzata da Firenzeviola.it nel giorno più importante della raccolta fondi "FV per OSMA Onlus" in favore dell’Ospedale di Ponte a Niccheri (tutte le info sulla piattaforma Gofundme.com), è intervenuto anche il direttore generale della Fiorentina, Joe Barone. Ecco le sue parole: "Mi mancano tanto i tifosi, tutto l'affetto della città. La cosa più importante però è la salute, spero che tutto il mondo possa tornare alla tranquillità, anche io ho la famiglia a New York ed ho il pensiero a loro. Mio figlio gioca a Perugia ed ha avuto un brutto infortunio al crociato ed è qui con me a recuperare. Menomale che ho un terrazzo bellissimo, ho fatto un ufficio fuori dove lavorare e passeggiare. Faccio anche il cuoco (ride, ndr), mi metto a chiamare per conoscere qualche piatto innovativo. Quella dove sono adesso è la postazione anche per la videocall in Lega, ci sono tante chiamate con i presidenti delle squadre perché ci aggiorniamo su tanti temi. Vedo in videoconferenza una lega molto unita con la leadership di Dal Pino e De Siervo, ma tutti che stanno facendo un grande lavoro. Vediamo quello che dirà il premier, la Fiorentina è pronta, se ci faranno ripartire saremmo sicuramente pronti, ma il tema principale rimane la salute: se si potrà ripartire noi saremo sempre pronti, il mister sta lavorando ogni giorno, siamo molto uniti. Aspettiamo la decisione del governo e domani ne parleremo in Lega. Calcio femminile? Da parte nostra stiamo bene, quando ritorniamo ad essere tutti nella normalità speriamo di avere qualche acquisto importante a livello internazionale per migliorare la squadra non solo qui, ma a livello europeo. Nel centro sportivo le abbiamo comprese, è un centro sportivo totale dove siamo tutti nel comune di Bagno a Ripoli. Montecatini? Rimasi molto sorpreso del tifo viola, era importante portarla qui in Toscana per far crescere il nostro marchio. E' stato molto importante farlo. Centro sportivo? Tutto procede bene, stanno facendo dei lavori agricoli dove stiamo spostando alberi per fare l'olio... Ovviamente si sta lavorando, c'è qualche mese di ritardo e speriamo di recuperarlo. Anche Marco Casamonti sta seguendo tutto il processo, obiettivo settembre 2021. Task force Lega su questione stadi? Noi abbiamo voluto questo, era importante non andare come singola squadra a richiedere lo stadio. E' un problema di tutto il sistema calcio, devo includere anche Lega Pro, Serie B, dilettanti... La legge deve cambiare... I tifosi non si possono presentare dove i pezzi dello stadio come al Franchi ti cadono addosso. Noi con Rocco abbiamo sempre messo i nostri fondi a disposizione, abbiamo lavorato, stiamo lavorando con tutta la Lega e adesso vogliamo creare una legge che ci permetta di avere una procedura molto più facile che tutela anche i comuni. Noi possiamo stimolare l'economia con il centro sportivo, con il nuovo stadio creando lavori sull'infrastruttura: è importante per tutto il calcio italiano. Impatto con mondo media Fiorentina? Siamo quasi ad un anno... Lo ricordo, presi un aereo andando via con niente. Dissi a mia moglie se aveva qualche soldo con sé (ride, ndr). Il tassista con me mi chiese da dove venissi e gli dissi che ero siciliano (ride, ndr). Presi un foulard viola per entrare con qualcosa di quel coore allo stadio. Ha cambiato la mia vita la Fiorentina, la vita di Rocco, ma anche quella dei tifosi. Voglio dare tutto del mio meglio ai viola: i tifosi sono la cosa più importante. E' tutto molto strano senza di loro".