A. SOTTIL A FV, RICCARDO DEVE LAVORARE: VA BENE COSÌ. GRAN MERCATO DI COMMISSO

27.02.2020 13:30 di Alessio Del Lungo   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
A. SOTTIL A FV, RICCARDO DEVE LAVORARE: VA BENE COSÌ. GRAN MERCATO DI COMMISSO

Nonostante le vicissitudini degli ultimi giorni con il Coronavirus che sta diffondendosi sempre di più nella popolazione italiana si dovrebbe regolarmente giocare la partita tra Udinese e Fiorentina in programma sabato alle 18:00 a porte chiuse. La nostra redazione per approfondire le tematiche relative all'incontro, ma non solo, ha contattato in esclusiva il doppio ex, Andrea Sottil, padre del giocatore viola Riccardo.

È giusto secondo lei giocare in una situazione del genere?
"La salute e la prevenzione vengono prima di tutto e su questo non c'è dubbio. Nel nostro Paese c'è un po' di allerta anche se forse si sta esagerando, ma lo stadio si sa è un luogo di aggregazione quindi il rischio c'è sempre".

Quanto giocare a porte chiuse condizionerà l'incontro?
"È una soluzione per fare di necessità virtù, ma non è bello per nessuna squadra. Non avere la gente è limitante, visto che il calcio è spettacolo. Per prevenire la possibilità di contagio è comunque la cosa più intelligente che si potesse fare".

Che partita si aspetta tra le due squadre?
"Sono due formazioni che stanno bene... L'Udinese è molto fisica, ha qualità e forza, mentre la Fiorentina arriva da un buon momento, ha fatto un bel pareggio in 10 contro il Milan dimostrando di essere in salute. Penso che sarà una partita bella e aperta dove entrambe le squadre potranno fare bene visto anche la zona relativamente tranquilla di classifica nella quale si trovano".

Cosa ne pensa della Fiorentina di Iachini?
"Il mister sta facendo un buon lavoro sicuramente. La squadra è stata presa in una situazione delicata, sta cercando piano piano di mettere dentro dei concetti sempre di più ed i giocatori lo stanno seguendo cercando di mettere in atto quello che lui chiede. Quando si subentra serve essere molto esperti e pratici, bisogna pensare al sodo ed è quello che ha fatto. Adesso sta cercando anche di migliorare il migliorabile".

Come giudica il mercato fatto da Rocco Commisso nel mese di gennaio?
"Gran mercato. Ha dimostrato con tanti fatti e investito parecchi soldi che vuole il bene della Fiorentina. Ha preso dei giocatori impostati sul futuro e sono tutti ragazzi importanti che possono fare molto bene: hanno qualità, sono giovani e possono migliorare tanto. Insieme a quelli che i viola hanno già possono essere il futuro".

Si aspettava che suo figlio potesse trovare più spazio anche dopo il rinnovo?
"Riccardo aveva tante possibilità per andare via, ma ha scelto insieme alla società ed al mister di rimanere a Firenze. È un capitale della Fiorentina, deve lavorare per farsi trovare pronto quando Iachini lo chiamerà in causa come sta facendo. Serve mettersi a disposizione dell'allenatore, ma adesso le cose vanno bene così".

L'Udinese ha De Paul e Mandragora, due giocatori che sono stati più volte accostati ai viola. Sono i pericoli maggiori?
"Bisogna tenere d'occhio De Paul, Lasagna e Okaka. Hanno qualità e struttura fisica  quindi sono in grado di mettere in difficoltà una squadra come la Fiorentina".