FRATI A RFV, Col Twente sarà la partita chiave

17.08.2022 15:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
FRATI A RFV, Col Twente sarà la partita chiave
FirenzeViola.it

Luca Frati, firma storica a lungo de La Nazione, è intervenuto in esclusiva a Radio Firenzeviola per parlare di temi relativi alla Fiorentina con un occhio attento al match di domani: "Sarà una partita dura, il Twente non perde da tanto e ha tanta esperienza internazionale, ma la Fiorentina ha tutte le carte in regola per poterla gestire e vincere. Sarà fondamentale non prendere gol, anche se domenica la difesa ha traballato troppo. Ci sarà un grande pubblico e una grande spinta: andare fuori sarebbe un brutto colpo. Sarà la partita chiave della stagione".

"Se serve più un centrale? Si, anche più del centrocampista. Avrei preso Schuurs che purtroppo andrà al Torino. Abbiamo visto che se si fa male Igor si scopre la coperta corta in difesa: è un problema".

Sugli esuberi: “Ci sono giocatori come Nastasic che non riesci a vendere, oppure come Benassi. Avrei preso dei giovani, fare la stagione con così pochi difensori è rischioso. Quarta al momento ha evidenti problemi".

A centrocampo è convinto dei giocatori che ci sono, vista la partita con la Cremonese?
“A causa di Dazn non ho visto troppo, ma Amrabat a quanto ho letto ha fatto un po’ il compitino. Mandragora ha fatto meglio, ma si deve avere pazienza. L’assenza di Castrovilli è pesante purtroppo. Aspettiamo domani sera, poi la società farà le sue valutazioni sul mercato. L’esordio non è stato eccezionale, ma Sottil, Jovic, Kouame e Bonaventura hanno dato segnali positivi".

In cosa dovrebbe migliorare Italiano?
“Per me non è stato brillantissimo, ma alcune cose le ha azzeccate come ad esempio Kouame. Benassi forse è stato un azzardo. Alla fine però Italiano è il punto di forza di questa squadra. Amrabat non può fare il regista? Polemica ormai superata, ha dimostrato il contrario".