QUARTA IN RITARDO, PER GOLLINI ERRORE CHE PESA. JOVIC BOMBER VERO, SOTTIL C'È

06.08.2022 23:10 di Alessio Del Lungo   vedi letture
QUARTA IN RITARDO, PER GOLLINI ERRORE CHE PESA. JOVIC BOMBER VERO, SOTTIL C'È
FirenzeViola.it
© foto di Giacomo Morini

TERRACCIANO – Incolpevole in entrambi i gol, cerca di disimpegnarsi come può sventando anche qualche problema ai suoi compagni. Bravissimo su Canales poco dopo il 2-0 a salvare ed impedire agli spagnoli di dilagare, 6,5.

Dal 1 s.t. GOLLINI – Nel secondo tempo è spettatore fino al minuto 74, poi Miranda lo sorprende direttamente da punizione, sulla quale non è esente da colpe. Il mancino del giocatore del Betis è abbastanza centrale, lui parte in ritardo e si tuffa quando la sfera sta già entrando. Inutile la parata dopo su Luis Henrique, l'errore pesa, 5.

DODO – Attesissimo al debutto da titolare, l'ex Shakhtar non riesce a offrire una prestazione all'altezza della sua fama. Nel primo tempo soffre, nel secondo riesce un po' a proporsi, ma è troppo poco per uno come lui, soprattutto se si considera che la sua condizione è ancora evidentemente non quella ideale. Da rivedere l'apporto in fase difensiva, 5,5.

Dal 26 s.t. VENUTI – Entra e si mette a destra, cercando di dare equilibrio. La buona notizia è che ci riesce, 6.

MILENKOVIC – Le notizie di un rinnovo più vicino dovrebbero renderlo più sereno, ma in avvio soffre un po' la fisicità del Betis Siviglia e di Borja Iglesias. Alla lunga riesce ad alzare un po' il livello della sua prestazione, ma nel complesso non è pienamente sufficiente, 5,5.

IGOR – Inizia in modo propositivo e con il piglio del giocatore importante, però poi soffre come tutti i suoi compagni la velocità e l'intraprendenza del Betis Siviglia. Non perfetto in occasione del secondo gol, quando Borja Iglesias gli sfugge alle spalle, 5,5.

Dal 1 s.t MARTINEZ QUARTA – Sembra molto insicuro e commette errori a ripetizione, soprattutto quando è in possesso di palla e deve impostare, finendo spesso per perdere la sfera, che è proprio quello che succede prima della punizione del 3-1 del Betis Siviglia e poco dopo in occasione della sua ammonizione. Ancora una volta non convince, 5.

BIRAGHI – Non perfetto in chiusura sul gol di Borja Iglesias, non troppo intraprendente durante tutta la partita, ma ha il merito di riuscire a servire l'assist perfetto di destro a Jovic, che lo salva da un voto negativo, 6.

BONAVENTURA – Averlo in campo o non averlo fa tutta la differenza del mondo. In una partita che non lo vede così bene come ci si poteva aspettare, risulta comunque utile alla causa per le sue letture e l'equilibrio che prova a dare a centrocampo. È tra i meno peggio, 6.

Dal 26 s.t. ZURKOWSKI – Si sbatte, corre, ci prova a più riprese. Il ragazzo ex Empoli continua a cercare di convincere Italiano, 6.

AMRABAT – Non una prestazione da incorniciare la sua, condita da chiusure importanti e decisive in mezzo al campo, ma anche da tanti errori in fase di impostazione che potevano costare caro alla Fiorentina. A corrente alternata, 5,5.

MALEH – Era molto atteso perché aveva una grande occasione per ritagliarsi uno spazio importante in vista dell'inizio della stagione, ma non la sfrutta a dovere. Spesso secondo sui palloni vaganti, è colpevole sul primo gol del Betis Siviglia quando Juanmi lo sovrasta nettamente di testa. Morbido ed ingenuo, 5.

Dal 17 s.t. MANDRAGORA – L'ex Torino è un giocatore che non fa brillare gli occhi a chi lo vede, però è utile spesso in interdizione e per sveltire la manovra. Pesa nel suo giudizio il fallo da cui scaturisce la punizione del 3-1 di Miranda, 5,5.

GONZALEZ – Prova sicuramente negativa per l'esterno destro della Fiorentina, anche se ha sicuramente l'attenuante di essere stato poco aiutato dalla squadra. In occasione del 2-0 si fa saltare nettamente sul cambio passo da Juanmi, che lo brucia e gli provoca anche un infortunio. In ritardo, 5.

Dal 36' p.t. IKONE – Entra e sbaglia subito un passaggio facile che poteva innescare il 3-0 del Betis. Nella ripresa sembra sempre che stia per spaccare il mondo e che possa determinare una svolta da un momento all'altro, ma il problema è che poi non è mai concreto quanto serve, 5,5.

JOVIC – Non pervenuto o quasi fino al minuto 61, quello che lo vede protagonista di un grande colpo di testa per il gol del momentaneo 2-1. Bomber vero, in attesa che recuperi la migliore condizione, 6,5.

Dal 26 s.t. CABRAL – La sufficienza la merita anche il brasiliano, che oggi sembra essere un po' sfortunato perché trova prima Bravo molto attento ad impedirgli il gol e poi una conclusione che esce veramente di poco a portiere probabilmente battuto. In crescita, 6.

SOTTIL – Il più intraprendente di tutti nel primo tempo, salta ripetutamente l'uomo e fa impazzire i giocatori del Betis Siviglia, che tentano di fermarlo, ma non riescono. Può e deve migliorare ancora, ma per il momento sembra il più in palla, 6,5.

Dal 17 s.t. SAPONARA – Entra e mette la sua qualità al servizio di tutta la squadra, 6.

ITALIANO – La Fiorentina sembra ancora un po' in ritardo di condizione e questo desta un po' di preoccupazione quando manca una settimana all'inizio del campionato. La formazione di oggi era probabilmente quella quasi titolare, ha creato diversi problemi al Betis in fase offensiva, però ancora in quella difensiva lascia a desiderare, con gli avversari che più volte si sono trovati in situazione di superiorità numerica a poter colpire. Urgono rimedi, 5,5.