IL MONITO

21.02.2021 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
IL MONITO
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca 2021

Bastone e carota nella cura Prandelli, e d’altronde la stessa uscita dal campo di Amrabat venerdì sera (ben poco soddisfatta) è stata rapidamente stigmatizzata dal tecnico. Nervi a parte, che durante 90 minuti importanti fanno certamente parte del gioco, quel che resta dai tre punti sullo Spezia è anche soprattutto una serie di risposte che il tecnico cercava. D’altronde in merito all'esclusione di Castrovilli l’allenatore è stato chiaro: “può essere un monito per tutti”.

Non bastasse lo straordinario rendimento di Vlahovic da quando Prandelli gli ha concesso la maglia da titolare dal match contro la squadra di Italiano l’allenatore viola può raccogliere altre soddisfazioni, cominciando dalla risposta di Castrovilli alla panchina per arrivare al gol di Eysseric che ha chiuso il conto. Sul conto del numero 10 Prandelli si era già espresso chiedendo più personalità, e in assenza di una pronta reazione in quel di Genova restare fuori dai titolari nel successivo impegno pare avergli fatto più che bene.

Ancora più importante l’evoluzione che ha riguardato un Eysseric praticamente da tutti considerato un esubero. Sul francese Prandelli ha sempre creduto, affrontando anche critiche e mugugni per un suo impiego che in più di una circostanza non ha fruttato troppe soddisfazioni. Tutt’altro che una rivincita, semmai una risorsa in più che possa aiutare un attacco dove Kouame ancora stenta e Kokorin ha bisogno di ulteriore tempo. E anche la conferma a una gestione del gruppo nella quale Prandelli è riuscito a dare un’impronta fondamentale.