DINAMO GHEZZAL: ORA ASPETTA SOLO LA SUA CHANCE

16.10.2019 10:00 di Andrea Giannattasio Twitter:    Vedi letture
DINAMO GHEZZAL: ORA ASPETTA SOLO LA SUA CHANCE

Alle partenze con il freno a mano tirato Rachid Ghezzal sembra essere ormai abituato. Del resto quando capiti in una squadra che all’improvviso gira alla perfezione e che per giunta fa dell’attacco leggero Ribéry-Chiesa il suo punto di forza, difficilmente riesci a trovare spazio con continuità. Eppure lo spirito di dedizione e i progressi fisici mostrati dal numero 18 in queste settimane sono piaciuti e non poco a Vincenzo Montella, che dopo aver testato con il contagocce l’ex Leicester prima a San Siro (appena un minuto in campo contro il Milan) e poi l’Udinese (180” in totale, utili per blindare il successo) adesso sta seriamente pensando di provare l’attaccante dall’inizio, nel caso in cui Chiesa non dovesse recuperare (ma i progressi dell’esterno sono evidenti dopo gli acciacchi in Nazionale) e Pedro non fosse ritenuto ancora in condizione (anche se viene spontaneo chiedersi cosa debba fare ancora il brasiliano per essere convocato, oltre a segnare due gol in meno di 45’ con la Nazionale).

Dicevamo delle partenze lente di Ghezzal, modello dinamo: un copione, quello dell’algerino, che così come a Firenze si è ripetuto anche nelle ultime stagioni, a certificare il fatto che alle notevoli qualità tecniche (il giocatore ha pur sempre militato in grandi club) il giovane Rachid abbina anche troppo spesso una certa discontinuità, una pecca che non gli ha mai permesso di affermarsi pronti-via nell’undici di partenza a inizio stagione. Giusto per fare un esempio, nelle prime sette giornate degli ultimi campionati Ghezzal è partito titolare tre volte con la maglia del Leicester City (stagione 2018/19), due volte con il Monaco (annata 2017/18) e una soltanto quando nel 2016/17 ha militato nel Lione. Una trama dunque piuttosto simile a quella che lo sta vedendo protagonista nei suoi primi mesi in riva all’Arno, anche se le recenti amichevoli contro Pistoiese e Grassina hanno raccontato di un giocatore finalmente ritrovato e in buona condizione. Basterà per convincere l’Aeroplanino?