TOLDO A FV, Parata con Arsenal più bella coi viola

26.04.2020 18:44 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
TOLDO A FV, Parata con Arsenal più bella coi viola

Nel corso della maxi diretta Instagram organizzata da Firenzeviola.it nel giorno più importante della raccolta fondi "FV per OSMA Onlus" in favore dell’Ospedale di Ponte a Niccheri (tutte le info sulla piattaforma Gofundme.com), è intervenuto anche l'ex portiere della Fiorentina e della Nazionale, Francesco Toldo: "La gente vedeva il virus lontano perché era in Cina, ma poi dopo è arrivato in Italia in due secondi e tutti si sono preoccupati. Le distanze sociali, le mascherine e i guanti ti cambiano la vita al giorno d'oggi. Oggi avevo anche il battesimo di mia figlia, ma lo abbiamo dovuto spostare. Ai miei tempi con la Fiorentina eravamo molto legati al Meyer, ma io a questo tipo di iniziative partecipo sempre volentieri. Devo dire che i miei ragazzi hanno dei caratteri diversi. La cosa che mi fa specie è che si abituano a stare troppo in casa, ma sono convintissimo che in futuro li vedremo a cena e basta. Parata più bella in maglia viola? Con l'Arsenal anche perché capitata in uno stadio mitico contro una squadra che a livello europeo era tra le più forti: arrivare ai quarti per noi fu un'impresa. La ricorderò sempre: Kanu pensava di segnare facile ed invece... Che cosa mi auguro dal mondo del calcio? Ognuno dice la sua e nessuno di noi è scienziato, dottore... La politica ed il comitato scientifico diranno, quest'ultimo frena... Mi aspetto che il calcio non si distanzi ancora di più dalla realtà: tu sei un idolo, ma sei solo una persona normale. A me piacerebbe che il calcio mantenesse sempre certi requisiti però non distanziarsi ancora di più: 400 morti al giorno, senti le ambulanze dalle finistre... Ci sono gli interessi economici, tutti lasceremo del nostro, il calcio se ripartirà lo farà in sicurezza. Tutti quelli che lo fanno dovranno fare il conto con gli spalti vuoti. Se ripartirà il calcio bene per tutti, si torna alla normalità. La prima cosa che farò dopo la quarantena? Torno a Padova dai miei genitori, vado a correre perché sono ingrassato tre kg. Firenze? Facile accendere l'entusiasmo, spero che le promesse siano mantenute e che arrivi qualche pezzo da 90".