NANI A FV: "CIOFFI NON MI STUPISCE. FUTURO DI ITALIANO? È GIÀ IN UNA GRANDE SQUADRA"

27.04.2022 13:30 di Alessandro Di Nardo   vedi letture
Fonte: con Jacopo Massini
NANI A FV: "CIOFFI NON MI STUPISCE. FUTURO DI ITALIANO? È GIÀ IN UNA GRANDE SQUADRA"
FirenzeViola.it

Fiorentina-Udinese, recupero della 20esima giornata in programma oggi alle 18 al Franchi, sarà certamente una gara speciale per Gabriele Cioffi. Il tecnico dei friulani torna infatti nella sua città natale, lo fa da capo allenatore dopo la promozione a seguito dell'esonero di Gianluca Gotti arrivato a dicembre ed in questi primi mesi alla guida dei bianconeri ha già mostrato caratteristiche ed un impianto di gioco decisamente interessante. Per parlare del tecnico fiorentino, la redazione di FirenzeViola.it ha contattato Gianluca Nani, direttore sportivo che conosce molto bene Cioffi, avendo puntato su di lui già nel 2015 quando, da Ds dell'Al-Jazira, scelse proprio il giovane allenatore toscano per affiancare Henk ten Cate sulla panchina del club di Abu Dhabi: "Mi cercò lui e mi fece fin da subito un’ottima impressione- ci ha confessato Nani, che ha poi aggiunto: - Per fortuna questa sensazione si è tramutata presto in realtà: Cioffi è un grande allenatore che prepara bene le partite e cura tutti i dettagli, anche in allenamento. Ha un grande futuro davanti a sè".

La sta stupendo il suo rendimento sulla panchina dei friulani?
"Non mi stupisce per niente. Si vedeva già al tempo in cui era vice allenatore da noi che era un ottimo allenatore e ha mantenuto le aspettative anche all'Udinese".

Nella sfida tra Cioffi e Italiano chi pensa che possa uscirne vincitore?
"Sono due grandi allenatori. Italiano ha fatto bene sia a La Spezia in Serie A e in Serie B, sia nelle categorie inferiori come a Trapani, e ora si sta confermando attraverso il suo bel gioco e le sue idee di calcio offensivo anche alla Fiorentina, in una piazza importante come Firenze, nonostante l'ultima sconfitta a Salerno. Rispetto a Cioffi ha sicuramente più esperienza, ma l'allenatore dell'Udinese venderà cara la pelle. Prevedo una partita intensa, in cui a uscirne vincitore sarà chi ha più fame di vittoria. Difficile fare un pronostico nonostante la differente posizione in classifica delle due squadre".

Cosa ne pensa delle voci attorno a Italiano relative al suo contratto? 
"Italiano è un allenatore intelligente, sa benissimo di essere già in una grande squadra che può lottare per posizioni importanti come la Champions. Alla fine credo che farebbe bene a rimanere, così come farebbe bene la Fiorentina a proseguire ancora con lui".