CASTROVILLI KO, DR.MANZUOLI A FV: "INFORTUNIO SERIO, RIENTRO POSSIBILE AD OTTOBRE"

19.04.2022 17:00 di Alessandro Di Nardo   vedi letture
CASTROVILLI KO, DR.MANZUOLI A FV: "INFORTUNIO SERIO, RIENTRO POSSIBILE AD OTTOBRE"
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Ci si aspettava un infortunio non banale, pochi minuti fa la doccia fredda: il comunicato pubblicato nel primo pomeriggio dalla Fiorentina ha annunciato che Gaetano Castrovilli ha subito la lesione del legamento crociato anteriore, del legamento collaterale mediale e del menisco esterno del ginocchio sinistro. A un mese dal termine del campionato, la stagione è evidentemente finita per il centrocampista viola, ma per capire i tempi di recupero e quanto questo grave infortunio possa incidere sulla carriera del numero dieci, la redazione di FirenzeViola.it ha deciso di contattare Marcello Manzuoli, medico sportivo che per dieci anni (dal 1992 al 2002) ha lavorato nel club viola. Ecco le sue parole: "I traumi distorsivi del ginocchio più pesanti portano spesso alla cosiddetta triade di lesioni, ovvero quella del legamento crociato, del collaterale e del menisco. Senza dubbio è un infortunio importante per il periodo di assenza a cui lo costringerà".

Quali possono essere i tempi di recupero dopo un infortunio del genere?
"Ci sono tanti casi di giocatori importanti che hanno subito questo stop. In questo caso dobbiamo lasciar perdere il passato. Mi ricordo che Baggio da un infortunio simile rientrò in poco più di cento giorni, ma c'era un mondiale di mezzo. In generale i tempi di recupero oscillano tra i cinque mesi e mezzo ai sei mesi abbondanti"

Quando potrà invece partire la riabilitazione?
"La riabilitazione parte da poche ore dopo l'intervento per impedire che il ginocchio si atrofizzi. Quindi bisognerà aspettare l'operazione per far partire il programma di recupero. In sintesi, se fossi nello staff medico della Fiorentina metterei la firma per un rientro del calciatore ad ottobre".

Questo infortunio rischia di incidere sulla carriera di un calciatore?
"Indubbiamente incide sul proseguo della carriera, soprattutto perché Castrovilli è nel pieno dello sviluppo calcistico e stare diversi mesi fermo non è ottimale a questo punto. Poi ci sarà un periodo di ricondizionamento per tornare al rendimento pre-infortunio, ma per quanto riguarda il livello delle prestazioni un calciatore relativamente ancora giovane come lui potrà tornare al suo livello".