CANOVI A FV, INDISPENSABILE CEDERE CHIESA. IN ATTACCO VIOLA OK COSÌ

08.08.2020 19:00 di Alessio Del Lungo   Vedi letture
CANOVI A FV, INDISPENSABILE CEDERE CHIESA. IN ATTACCO VIOLA OK COSÌ
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

E' un momento particolare in casa Fiorentina tra mercato, vicende legate allo stadio e al centro sportivo che tanto hanno fatto arrabbiare il presidente gigliato. Per approfondire queste tematiche, FirenzeViola.it ha contattato in esclusiva Dario Canovi, avvocato e procuratore, decano degli agenti in campo sportivo.

Cosa pensa delle dichiarazioni di Rocco Commisso di ieri?
"Credo che il problema dello stadio sia una forma di ritorsione nei confronti di chi fa calcio. Invece di aiutare e favorire la costruzione dello stadio le autorità locali fanno di tutto per impedirlo e il nostro calcio è indietro anche per questo motivo, non esiste una legge adeguata. Io do ragione sempre ai presidenti che vogliono costruire uno stadio, dovremmo fare di tutto per favorire ciò e invece guardi a Roma cosa è accaduto".

L'ha convinta la conferma di Iachini?
"Tutto sommato ha fatto bene, ma se fosse arrivato Bielsa o qualcuno del suo calibro Commisso avrebbe cambiato. Farlo tanto per farlo non è conveniente, la Fiorentina ha finito piuttosto bene, in crescita, le ultime prestazioni sono state positive e lui ha dimostrato che è un buon allenatore".

La Roma sembra puntare decisa su Castrovilli. Che futuro vede per il centrocampista viola?
"Penso che Commisso farà di tutto per trattenerlo come ha fatto di tutto anno scorso per tenere Chiesa. Almeno un altro anno deve restare per se stesso per far diventare la squadra importante. E' necessario crescere con i giocatori importanti e non venderli altrimenti non si arriverà mai all'alto livello auspicato".

I viola sono sulla strada giusta per raggiungere club più blasonati?
"Commisso ha possibilità economiche e voglia di far diventare la squadra importante. E' giusto faccia di tutto per trattenere giocatori come Castrovilli, ma la questione economica rimane fondamentale e certi stipendi la Fiorentina non se li può permettere. Castrovilli è il primo anno che gioca in A, è giusto che cresca ancora".

Il Milan sembra voler accelerare per Milenkovic e Chiesa. Che cosa farebbe con loro?
"Chiesa ormai è indispensabile cederlo, è rimasto un anno e non mi è parso farlo con gran voglia. Tenere un giocatore che vuole andare via è sempre difficile, a me sembra che desideri, anche per motivi economici oltre all'ambizione personale, andersene. Milenkovic tutto sommato mi sembra che sia opportuno tenerlo, non è ancora al livello di Chiesa, ha necessità di migliorare".

In attacco si è parlato molto di Piatek, Manduzkic e Belotti. Chi la convince di più?
"Come punte la Fiorentina ha giovani molto interessanti, ci penserei tre volte prima di cercarne un'altra. Tra Kouame, Vlahovic e Cutrone ce n'è di materiale e non è quello il ruolo dove deve cercare rinforzi".