CONTRATTO, '82? Accolti come se avessimo vinto

16.05.2022 14:48 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: Radio Bruno
CONTRATTO, '82? Accolti come se avessimo vinto
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

L'ex difensore viola Renzo Contratto è stato uno dei protagonisti del campionato 81/82: "Eravamo una buona squadra, c'era il giusto gruppo e la giusta alchimia. Peccato per come finì, è una cicatrice ancora aperta. De Sisti era un gestore ed equilibratore, la prima stagione il progetto era ancora aperto poi l'anno successivo vennero presi giocatori d'esperienza e il progetto è decollato. Io con tante presenze? Ero scarso ma avevo velocità e applicazione perciò con queste due caratteristiche coprivo le altre ed è l'esempio che porto sempre ai miei assistiti, il campo non nasconde nulla e ti dice tutto di un calciatore. Quando c'era il raduno pre-campionato si facevano già le ipotetiche formazioni titolari ed io ero sempre riserva di qualcun altro perciò giocavo sempre con il sangue negli occhi. I numeri alla fine sono incontestabili, le partite erano quelle e le presenze idem. Scudetto rubato? Sì, si può dire assolutamente così. Non l'abbiamo vinto con l'errato approccio, lascia stare l'episodio che poi l'ha caratterizzata. Albergo non azzeccato? Esatto, disturbato tutta la notte ma abbiamo avuto soprattutto il braccino del tennista. Poi con i Mondiali non se ne è più parlato di questi episodi contestati se non a Firenze, fosse accaduto ora... Come posso dimenticare l'accoglienza da brividi con tutti i tifosi che ci hanno aspettato come se avessimo vinti. "Meglio secondi che ladri"? Questo slogan racchiude lo spirito di Firenze".