ITALIANO (S. STAMPA), Nico torna nel 2023, oggi...

09.11.2022 23:34 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: dal nostro inviato Niccolò Santi
ITALIANO (S. STAMPA), Nico torna nel 2023, oggi...

Queste le dichiarazioni del tecnico viola Vincenzo Italiano in sala stampa dopo il trionfo per 2-1 contro la Salerntian: “Abbiamo una marcia in più perché vinciamo partite che non si mettono bene. I cinque che subentrano possono cambiare la storia di una gara, le scorse volte è successa questa cosa. L’atteggiamento è quello corretto, quando hai questo spirito è normale che ci si aiuta tutti. È una grande soddisfazione”.

È la vittoria della squadra per reazione? E cosa ha Gonzelez?
“La squadra cerca sempre di fare bene, lavoriamo con chi è a disposizione e penso che con Gonzalez ci si vedrà nel 2023, ormai mancano tre giorni per preparare una partita importante e lui non è al 100%. I ragazzi hanno reagito a un momento negativo, adesso andiamo a giocare col Milan, squadra stellare: chi andrà a San Siro cercherà di dare il massimo”.

Che peso dobbiamo dare a queste ultime vittorie?
“Molto positivo, perché la squadra ha reagito a un momento non facile. Si stava iniziando a minare qualche certezza, invece sono stati messi in campo determinazione e furore. Ci tenevamo a vincere in casa, dando continuità alla striscia positiva. Non è semplice smuovere gli equilibri, ma quando reagisci così con chi subentra è il massimo. Siamo venuti fuori da un momento non bello, con queste cinque partite qualcosa abbiamo mosso”,

Benedetta sosta o maledetta?
“Non lo so, è la prima volta che capita, arriviamo a questa sosta bene, con più punti possibili. Ora dobbiamo disputare l’ultima con la massima attenzione. Poi avremo due settimane di stop, cercheremo di preparare bene questo inizio di seconda fase, dove avremo anche la partita di Conference, oltre al campionato in cui dovremo dare il massimo”.

Quanto vale aver battuto la Salernitana?
“Vincere è la cosa più difficile che c’è in questa categoria. Bisogna sudare con tutti gli avversari, penso che aver battuto la Salernitana che arrivava con un’autostima alle stelle non fosse semplice. Temevamo questa partita, aver vinto è per me un grande merito. La Salernitana aveva ottenuto risultati importanti”.

Un aggiornamento su Castrovilli e Sottil?
“Castrovilli sta iniziando pian pianino a lavorare con la squadra, anche se non a pieno regime. Sottil sta lavorando a parte, speriamo alla ripresa di averlo al 100%”.

Cosa manca a Ikoné per fare il salto?
“Gli mancano cinismo e concretezza. Chiunque va in campo per fare bella figura, lui è bravo a superare l’uomo puntandolo, oggi ha fatto un grande assist. Deve crescere sotto porta come altri suoi compagni, nel primo tempo abbiamo avuto 4 o 5 occasioni per fare gol. Dobbiamo crescere tutti in concretezza, rispetto a un mese fa stiamo segnando con continuità. Lavorare paga e non mollare anche, ora cerchiamo di concludere bene, in questi tre giorni concentriamoci per quella partita (Milan, ndr)".