GALLOPPA, Il morale è a terra. Meritavamo di più

02.12.2023 17:30 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: dal nostro inviato al Viola Park - Andrea Giannattasio
GALLOPPA, Il morale è a terra. Meritavamo di più

Dopo la sconfitta odierna col Sassuolo per 0-1, Daniele Galloppa, tecnico della Fiorentina Primavera, ha parlato al Viola Park ai media presenti, tra i quali FirenzeViola.it: “Se non fai gol è dura. Mi dispiace perché purtroppo siamo il peggior attacco e la classifica viene di conseguenza. Ma non credo sia solo un problema d’attacco perché a volte siamo mancati da altre parti. Paghiamo le ingenuità, stiamo aspettando la crescita di alcuni ragazzi, ma adesso diventa difficile commentare partite dove onestamente, almeno ai punti, meritavamo qualcosa in più. Anche oggi meritavamo almeno il pareggio, ma è l’ennesima volta che non portiamo a casa nulla e mi dispiace, dobbiamo crescere”. 

Prosegue: “C’è stata poca lucidità davanti. Abbiamo sbagliato le scelte, forse ci viene l’ansia da far gol oppure non siamo all’altezza. Il primo tempo abbiamo avuto 3-4 palle gol e non siamo neanche arrivati a tirare. È un segnale che serve una crescita e che deve arrivare in fretta”. 

Andando verso la gara di Coppa Italia, può dare motivazioni in più? 
“Quello è un appuntamento importante. Dobbiamo lavorare e continuare a insistere, io strade diverse al lavoro non ne conosco. La squadra deve avere una mentalità, mi auguro che poi queste cose porteranno ciò che vogliamo. Mercoledì è un’altra gara da fare a testa alta”. 

Comuzzo viene dalla prima squadra. Porta qualcosa in più? 
“È arrivato oggi e in settimana non si è mai allenato, per un affaticamento. Ha tanto bisogno di giocare ma ci dà tanta mano, ne abbiamo grande bisogno. Mi auguro che continuerà, ma è arrivato solo oggi quindi non abbiamo preparato nulla con lui”. 

Com'è il morale all’interno del gruppo? 
“A terra, è normale. Ma sarebbe ancora più a terra se fossimo in balia degli avversari. Non è così e questo ci deve dare la forza. Siamo tra le prime squadre per cross, tiri, passaggi, quindi dobbiamo lavorare perché c’è ancora tanto campionato davanti”.